Come organizzare il magazzino di un negozio di abbigliamento

Ottenere una perfetta gestione del magazzino di un negozio non è poi così impossibile, è necessario naturalmente avere una certa organizzazione e soprattutto metodo. È possibile organizzare il magazzino di un negozio e snellirlo senza per questo rinunciare al suo ruolo di location in cui avere le scorte.

organizzare il magazzino

Fonte Immagine: Wikipedia

Non esagerare con gli ordini

Organizzare il magazzino vuol dire anche ridurre gli ordini e non esagerare, soprattutto quando si ha a che fare con l’abbigliamento è meglio finire la merce che riempire il magazzino di capi in eccesso. Anche per il cliente sarà piacevole sapere di acquistare un capo che non è stato venduto a più di dieci persone.

Organizza le scorte

In inglese il magazzino snello, definito da Lean Warehousing, sarebbe quello in cui sono state eliminati gli sprechi, vale a dire la scorte eccessive, resi e naturalmente merce fallata. Se le ultime due, avendo a che fare con marchi importanti si possono eliminare, le scorte sono un po’ la croce e delizia dell’organizzare il magazzino. Le scorte  non possono essere totalmente eliminate ma avere un alto livello di scorte significa immobilizzare del capitale e soprattutto occupare volumi di magazzino rilevanti. La cosa migliore è trovare il giusto bilanciamento tra ciò che serve e quello che è un di più.

Organizza gli spazi

Il modo migliore per organizzare il magazzino, dopo aver affrontato il problema scorte, è di fare un elenco completo di tutti i prodotti da inserire nel magazzino per capire alla perfezione quanto spazio bisogna occupare e quanto invece può essere tenuto libero per gli spostamenti dei capi. Organizzare gli spazi con mensole, scaffali e scomparti, e considerare che oltre a quelli che si riempiranno è sempre necessario averne qualcuno in più vuoto per i periodi in cui di lavora particolarmente o i rappresentanti non consegnano, ad esempio il Natale.

Quantificare bene il tempo che ci si mette a svuotare il magazzino, così da comprendere quanti mesi resterà occupata ogni porzione del deposito e quando dover rifare gli ordini della merce. Per ottimizzare il magazzino di un negozio è sempre bene lavorare in altezza, così da poter posizionare la merce lasciando libero lo spazio di passaggio.

Tieni tutto in ordine

A prescindere dall’organizzazione e suddivisione degli spazi, ricorda che il magazzino deve sempre essere tenuto in ordine sin dall’arrivo dei colli; in questo modo tutte le altre operazioni risulteranno più facili.

Organizza il magazzino con degli scaffali a più piani e preparare una legenda dove farai corrispondere a ogni numero, forma o colore da te scelto uno specifico tema. Se, ad esempio, hai scelto le forme, posiziona all’esterno di ogni scaffale, in maniera visibile, dei fogli (in semplice formato A4) che riportano appunto la forma; in questo modo l’associazione scaffale-tema sarà immediata. Ad esempio in legenda scrivo FIORE = abiti lunghi; STELLA = abiti corti e così via; se devo cercare l’abito lungo con la schiena in pizzo di colore rosso taglia s, saprai subito in quale scaffale andare a prenderlo).

Suddividi i singoli ripiani dall’alto verso il basso, ovvero posiziona sul ripiano più alto i set (completi con capo vita più capo spalla), nei ripiani intermedi i capi spalla e su quelli più bassi capi vita; lascia poi l’ultimo ripiano dedicato a sciarpe, cinture, foulard etc o qualsiasi altro accessorio che può essere abbinato a quel tema.

Completa creando, per ogni singolo ripiano, delle pile che devono necessariamente essere della stessa dimensione, a prescindere dalla taglia (un capo XS piegato deve avere la stessa forma di una XXL); in questo modo non si creerà la famosa forma a piramide che provoca il crollo di tutto ciò che hai piegato. Anche in questo caso segui un ordine: la taglia più grande in basso, la più piccola in alto.

La tecnologia in tuo soccorso

Può essere d’aiuto nello snellire il magazzino, avere tutto segnato con etichette e aiutarsi magari con un software gestionale che automatizzi le procedure della gestione dei movimenti di magazzino, alleggerendo il carico di lavoro e diminuendo le possibilità di commettere errori.

LEGGI ANCHE: Come scegliere un software gestionale per negozi ed evitare danni economici

Metodo 5 S per snellire il magazzino e averlo sempre in ordine

In Giappone per riorganizzare il magazzino e snellirlo è stato sviluppato un metodo che si chiama delle “5S” e si sviluppa appunto si cinque azioni che ci possono aiutare ad organizzare il magazzino riducendo lo spreco di tempo e materiale, riducendo gli interventi di manutenzione e riordino, migliorando la qualità del lavoro e il morale dei dipendenti. Vediamo insieme quali sono queste 5S:

SEIRI – SEPARARE: Separare necessario e superfluo, eliminando il superfluo;

SEITON – ORDINARE: Ordinare i materiali in posizioni ben definite per eliminare i tempi di ricerca. Ogni cosa che serve deve essere facile da vedere, facile da prendere e facile da riposizionare;

SEISO – PULIZA: Pulire ed ordinare sistematicamente le varie aree di lavoro per scoprire gli eventuali problemi;

SEIKETSU – STANDARDIZZARE: Definire e formalizzare i nuovi standard di sistemazione. Questo significa determinare ed applicare regole e standard operativi tramite procedure/istruzioni;

SHITSUK – SOSTENERE IL MIGLIORAMENTO CONTINUO: Istituzione di un sistema di monitoraggio e verifica del rispetto delle regole.

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Titolari di Negozi di Abbigliamento come te per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite in modo automatico.

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi l'Informativa sulla privacy.

Do il consenso:   

Nb: i campi contrassegnati con * sono obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: