E-commerce e il risparmio: l’indagine di Federconsumatori sulle vendite online

Dopo l’indagine dell’UnionCamere, secondo cui solo 3 italiani su 10 utilizzavano l’e-commerce, si è arrivati alla diffusione quasi totale del commercio online. In seguito a ciò, l’Osservatorio Nazionale di Federconsumatori ha iniziato a indagare per comprendere meglio l’efficacia dell’e-commerce compiendo una prima analisi di mercato sugli acquisti che avvengono online.

E-commerce: si risparmia davvero acquistando online?

Da questa domanda è partita la ricerca dell’Associazione a difesa dei consumatori. Quindi la prima variabile su cui si è soffermata la ricerca è il prezzo dei prodotti venduti su Internet, paragonandolo al prezzo dei prodotti venduti sul territorio: il risparmio medio è del 23,8%. Nello specifico, i prodotti per la cura della persona costano il 41% in meno rispetto al mercato su territorio; le scarpe sportive costano il 30% in meno mentre le scarpe eleganti costano il 33% in meno; anche gli alimentari hanno costi molto inferiori: i biscotti arrivano a costare il 42% in meno o il tonno costa il 31,5% in meno.

I consigli pratici della Federconsumatori

In effetti l’indagine ha risposto affermativamente alla domanda che si era posta l’associazione. Come tutti sanno gli obiettivi prioritari della Federconsumatori sono l’informazione e l’autotutela dei consumatori ed utenti; in questo caso la confederazione ha legato i risultati riportati alla sicurezza relativa all’ecommerce.

Attenzione alle transazioni con le carte di credito: per evitare che siano criptate fate attenzione anche alle spedizioni, in particolare:

  • assicurarsi che riportino le leggi per la tutela e la garanzia degli acquisti a distanzia;
  • diffidare dei siti che non sono certificati o ufficiali (occhio ai certificati di sicurezza TRUST e VERIFIED / VeriSign Trusted che attestano l’affidabilità del sito);
  • acquistare solo tramite le app ufficiali dei negozi online per evitare siti clone o comunque truffaldini;
  • dare uno sguardo alle valutazioni e ai pareri di altri acquirenti (il cosiddetto feedback molto spesso valutato con le “stelline”);
  • se le offerte sono oltremodo convenienti è meglio non fidarsi, o magari è bene accertarsi che siano inclusi nel prezzo altri servizi come le spese di spedizione ( se a carico del venditore o dell’acquirente).

L’indagine ovviamente non si è soffermata sui perché ci sia tanto risparmio, ma soprattutto sul perché gli utenti preferiscano l’ecommerce.

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Titolari di Negozi di Abbigliamento per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite grazie al web.

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi l'Informativa sulla privacy.

Do il consenso:   

Nb: i campi contrassegnati con * sono obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: