Entro sei anni il digitale trainerà il 40% della crescita dell’Alta Moda

Pensavate che il digitale fosse solo patrimonio di piccoli marchi e siti di e-commerce? Bene vi sbagliavate, è proprio del digitale che sembra ci sarà il futuro del mercato mondiale e soprattutto del mercato di lusso. Secondo la ricerca  “The Digital Frontier: Ready? Steady! Go!” di ContactLab.com, che ha interessato alcuni dei più importanti brand, entro sei anni il digitale trainerà il 40% della crescita dell’Alta Moda, vale a dire che entro il 2020 ci sarà un aumento significativo del mercato grazie alle vendite online. Ad oggi per i marchi di lusso il 10% è già collegato al digitale e risultati sono già ottimi, ma non sufficienti a giustificare un aumento così significativo. Secondo i ricercatori il mercato digitale dell’Alta Moda è così in crescita che mano mano che lo spazio fisico dei negozi va diminuendo, gli acquisti online progrediscono.

crescita dell'Alta Moda - grafico ContactLab.com

crescita dell’Alta Moda – il grafico di ContactLab.com

 

La crescita dell’Alta Moda passa per i Programmi di fidelizzazione ed Email

Ma come si giustifica l’opinione che entro sei anni il digitale trainerà il 40% della crescita dell’Alta Moda? Semplice, a quanto pare il mercato del lusso cresce annualmente del 5-6%, portando una crescita del 20-30% nel canale e-commerce. I punti di forza di questa realtà sono naturalmente i prezzi più bassi ma anche i programmi di fidelizzazione. Infatti è provato come, i consumatori iscritti a programmi di fidelizzazione via email spendono in negozio di più rispetto agli altri. Solitamente quei clienti che lasciano al negozio l’indirizzo mail sono poi quelli realmente interessati agli acquisti, alle offerte e di conseguenze rappresentano ad oggi il 20% del fatturato totale del negozio ma lo stesso cliente a quanto pare preferisce l’e-commerce e spende addirittura il 30% che nei negozi reali.

Differenza tra monomarca e multimarca

A quanto pare, se è vero che entro sei anni il digitale trainerà il 40% della crescita dell’Alta Moda, è anche vero che si amplificherà la differenza tra monomarca e multimarca. Già oggi, nell’e-commerce i monomarca sono in una fase davvero di blocco, nel 2014 c’è stata infatti una lieve crescita ma nulla id significativo se si considera la crescita che invece hanno avuto i grandi magazzini multimarca, che generano online più del 15% dei propri ricavi grazie proprio alla possibilità di scelta. Cosa vuol dire? Semplice che il futuro sicuramente sarà digitale ma i grandi marchi dovranno anche creare dei siti multimarca così da ottenere risultati ancora più soddisfacenti.

Equo compenso, nessun problema

In questi giorni si parla tanto di equo compenso, ma tranquilli, non avrà alcuna conseguenza sull’ecommerce dell’Alta Moda: si tratta di una percentuale applicata solo agli acquisti di prodotti tecnologici che va a compensare le perdite inflitte dalla pirateria agli autori iscritti alla Siae, che tutela autori ed editori.

Prodotti di lusso e Alta moda, i nomi

Tra sei anni il digitale trainerà il 40% della crescita dell’alta Moda ma già oggi ci sono marchi di lusso che sono più digitali e competitivi di altri. Secondo la Digital Competitive Map, Burberry e Zegna vincono sugli altri marchi poiché hanno un utilizzo del digitale già da adesso veramente efficiente. Al contrario Céline e Fendi sono i marchi meno presenti online, mentre Armani e Cartier sono ben organizzati con l’e-commerce ma anche con il Digital Customer Experience.

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Titolari di Negozi di Abbigliamento per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite grazie al web.

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi l'Informativa sulla privacy.

Do il consenso:   

Nb: i campi contrassegnati con * sono obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: