Google Shopping: 10 segreti per avere successo

Google Shopping è il marketplace a pagamento di Google che permette ai commercianti di elencare i prodotti sulle pagine prodotto di Google. Questo progetto è il pronipote del servizio gratuito di Google che si chiamava Froogle. Fino ad oggi l’e-commerce di Google funzionava semplicemente cliccando sull’oggetto che si voleva comprare e il sito reindirizzava il cliente  al negozio a cui inoltrare l’ordine vero e proprio. Secondo recenti indiscrezioni le cose potrebbero cambiare da un momento all’altro grazie all’ introduzione del pulsante “Buy now” che consentirà ai navigatori di portare a termine l’acquisto in un solo click, senza abbandonare le pagine di Google Shopping. È un servizio naturalmente conveniente per tutti venditori poiché amplifica notevolmente le vendite ma dev’essere usato bene; ecco perché abbiamo deciso di condividere con te 10 regole da sapere per vendere sull’e-commerce di Google.

Google shopping potrebbe diventare secondo molti commercianti la risposta ad Amazon – leggi come aprire un negozio su Amazon -, anche se le differenze sono molte. Google infatti non ha nessuna intenzione di gestire direttamente la merce ma vuole solo diventare una piattaforma per l’acquisto sempre più importante.

  1. La prima regola è quella di essere sempre pianificati: decidere cioè quando aggiornare i dati di prodotto, affinché vengano mostrati in tempo nella ricerca di Google;
  2. Aggiornare le informazioni, grazie anche all’aiuto degli aggiornamenti automatici di Google Merchant Center, modificare i prezzi e la disponibilità degli oggetti così che la pagina sia sempre ricettiva per i clienti;
  3. Google Shopping raccomanda l’utilizzo anche della nuove funzionalità, tra cui la versione mobile;
  4. Tenere sempre sotto controllo le campagne altrui, per confrontare ciò che vendiamo con ciò che vendono gli latri e usufruire delle schede Dignostica e Termini di ricerca per poter identificare nuove opportunità di vendita;
  5. Sapere vendere sull’e-commerce di Google vuol dire avere un buon contatto con il compratore e quindi mantenere le informazioni di contatto sempre corrette e visibili.
  6. Solo un visitatore su 100 compra, motivo per cui l’obiettivo è avere tanti visitatori con strategia marketing sempre diverse, che prescindono dalla visibilità che Google ci da;
  7. La settima regola da sapere per vendere su Google Shopping è pubblicare articoli o pubblicità e rimandare al prodotto su Google Shopping;
  8. Se si vuole vendere online, si deve pensare alle strategie di commercializzazione dei prodotti;
  9. Non mollare: il fatto che Google Shopping sia a pagamento scoraggia molti, i risultati si vedono sulla lunghezza e non tutti sono disposti a pagare ma vi possiamo assicurare che chi la dura la vince;
  10. Non usare l’e-commerce come metodo per vendere i prodotti vecchi o in saldo, cerchiamo di essere sempre unici in ciò che offriamo e dare ai nostri clienti la novità così da non avere concorrenza.

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Titolari di Negozi di Abbigliamento per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite grazie al web.

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi l'Informativa sulla privacy.

Do il consenso:   

Nb: i campi contrassegnati con * sono obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: