La multicanalità del retail: un successo assicurato

retail“Un’azienda di vecchia generazione è un’azienda destinata al fallimento”; sono le parole di Kevin Connor, Director of Product Strategy, Retail Pro International.

Oggi i problemi di un’azienda sembrano essersi moltiplicati, e tra le prime necessità c’è quella di tenersi al passo con le odierne aspettative dei clienti.

LEGGI ANCHE: Come entrare in empatia con i clienti

I problemi dei retailers: le richieste dei clienti

Quando si parla di clienti automaticamente si pensa alla disponibilità dei prodotti in magazzino, alle opzioni di acquisto e di consegna, ai tempi e ai costi di spedizione. Queste sono essenzialmente le aspettative dei clienti che diventano giorno dopo giorno sempre più sensibili e spesso “incontentabili”.

Ciò è dovuto al fatto che oggi tutti i clienti utilizzano i dispositivi mobili per confrontare comodamente da casa le offerte di diversi retailers, valutando prezzi, disponibilità e promozioni.

La forza sta nel giudizio: nel momento in cui i clienti visitano un sito, si fanno condizionare dai giudizi rilasciati da una precedente esperienza e nello stesso tempo, possono influenzare a loro volta nuovi utenti con un loro commento. Questo condizionamento arriva al punto tale che spesso il cliente decide di rivolgersi ad un altro negozio online perché insoddisfatto indirettamente dal retailer.

La soluzione è nella multicanalità: i 4 punti d’oro

Per risolvere il problema entra in gioco la multicanalità del retail, ovvero la facoltà di dare al cliente la possibilità di vedere un prodotto, acquistarlo, riceverlo, e restituirlo nel modo più conveniente. La disponibilità delle informazioni diventa un modo utile per fidelizzare il cliente, ma nello stesso tempo anche per avere tutte le indicazioni in tempo reale dell’azienda.

Ovviamente usare la multicanalità non è facile: molti retailers pensano che basta avere un sito web e il gioco è fatto, ma non è così perché dietro al sito deve esserci un lavoro ben fatto e strutturato; a tal proposito K. Connor consiglia di mettere a punto 4 strategie relative alle 4 aree ancorate al retail multicanale:

  1. Convergenza dei dati: riunire tutti i dati dei clienti (dalle piattaforme agli store) in un unico database;
  2. Vendite multicanale: utilizzare i dati del database per mettere in atto strategie di vendita ad hoc (es. informare il cliente della vendita di un prodotto online ricercato in store);
  3. Consegne flessibili: le consegne  e le spedizioni rendono l’azienda fluida, basta inserire la possibilità di ‘cliccare e ritirare’ ed il gioco è fatto;
  4. Esperienze personalizzate: inserendo nel database tutte le informazioni utili dei clienti (es. compleanno, prodotti preferiti, ecc.), ciò permette di creare offerte mirate e quindi aumentare la fidelizzazione.

Secondo K.Connor solo seguendo questi 4 passi fondamentali per qualsiasi azienda, un retail multicanale di successo può ritenersi tale.

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Titolari di Negozi di Abbigliamento come te per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite in modo automatico.

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi l'Informativa sulla privacy.

Do il consenso:   

Nb: i campi contrassegnati con * sono obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: