Primark: quando apre in Italia? Ecco la data ufficiale dell’opening ad Arese

Primark è lo store di abbigliamento uomo e donna di successo internazionale, “made in Ireland” e che sta facendo impazzire uomini e donne “under 35” di tutto il mondo.

Tale successo è determinato grazie alla realizzazione di collezioni giovanili e di tendenza a prezzi bassissimi. In particolare, quella dell’estate 2016, si prospetta come la più vincente negli ultimi anni: la vastissima gamma di prodotti total look, per questa stagione, vanta capi di punta richiestissimi, quali jumpsuit dai colori sgargianti, una nuova collezione di jeans (Premium Denim, n.d.r.) che raccoglie i più importanti trend del settore, top con spalle scoperte, ma anche kaftani, kimono e i desideratissimi costumi. Si parla di affordable fashion, ossia di uno stile di moda a prezzi molto più che accessibili per donna, uomo e bambino, completato da accessori (borse e scarpe in primis), beauty e oggetti per la casa.

primark-italia-quando-apre-arese

Il successo del brand

Il successo di Primark si spiega sulla base di un business planner piuttosto semplice: l’azienda condivide il 98% delle fabbriche con i concorrenti, hanno costi fissi bassi, non ricorrono a collaborazioni esterne e ordinano grandi volumi con largo anticipo. Inoltre l’utile netto sulle vendite è molto inferiore ai competitor e corrisponde al 12,6%. Lavorano anche con piccoli agricoltori in India e Cina, sostenuti dal brand per aumentare l’efficienza usando meno sementi e fertilizzanti.

E in Italia?

L’azienda (fondata da Arthur Ryan e ora nel Gruppo Associated British Foods) è nata nel giugno 1969 a Dublino in Mary Street a marchio Penneys e oggi è presente in mezza Europa e negli Usa con ben 305 negozi, nei quali lavorano circa 60 mila dipendenti.

L’azienda ha finalmente deciso di sbarcare anche in Italia, dopo aver studiato attentamente il nostro territorio per anni. È stato scelto il piccolo comune di Arese, in provincia di Milano, per inaugurare lo sbarco. È stato il direttore del gruppo Breege O’Donoghue, in un’intervista al Corriere della Sera, a spiegare il motivo per cui è stato scelto l’Arese Shopping Center di Milano:

Perché non è un centro commerciale qualsiasi, è un luogo storico e molto interessante, con altri 200 negozi, strutture e competenze in loco. In Spagna abbiamo 41 negozi ma il primo nel centro di Madrid è arrivato al momento giusto, ed è su 11 mila metri quadri nel primo centro commerciale novecentesco della città. Voglio dire che quando decidiamo di sbarcare in un centro storico lo facciamo in grande stile. E Milano è la capitale della moda“.

È stato considerato uno dei più moderni, spaziosi e più importanti centri commerciali e per il tempo libero.

“Ogni nostro negozio ha un’identità propria, e così sarà anche per il negozio di Arese. Non vediamo l’ora di mostrare al pubblico il prodotto della nostra immaginazione, creatività e stile nel nostro nuovo punto vendita. Questo sarà il luogo dove lo stile unico dell’azienda e la moda italiana si uniranno in un’unica realtà.”

Così si legge sul sito ufficiale, grandi promesse che siamo sicuri verranno tutte attese. I numeri dello store di Arese, infatti, sono a dir poco impressionanti: quasi 5 mila mq. estesi su due piani, 46 casse, 63 camerini, wifi libero, spazi per ricaricare i cellulari e per sedersi.

Quando apre?

Ma Primark in Italia quando apre? La data dell’opening sarà il prossimo 14 aprile alle ore 9:00, giorno in cui verrà inaugurato anche l’Arese Shopping Center in quelli che erano i vecchi stabilimenti dell’Alfa Romeo. L’evento ufficiale dell’apertura su Facebook vanta già 15mila iscritti e oltre 3000 parteciperanno all’inaugurazione. Sono mesi, ormai, che se ne parla con grande seguito anche sui social network, dove sono nati persino dei gruppi che da anni chiedono l’apertura dello store nel nostro paese. Finalmente il sogno di tante si è realizzato e, benché per il momento solo nella provincia di Milano,  O’Donoghue ha promesso che verrà aperto uno store anche in un’altra città italiana, che sarà Firenze:

Sì, Firenze. Queste due città ci sembrano quelle giuste per imparare il mercato, capire le differenze e adattare la gamma dei prodotti alle esigenze locali.

Come inviare la propria candidatura?

Sono stati assunti ben 400 dipendenti, tutti italiani, che verranno affiancati ai 62 dipendenti proveniente da altri 44 negozi di successo in Europa, questo perché “si vuole inserire il dna del brand” anche nel nostro paese. L’azienda ha ricevuto ben 5000 richieste, la maggior parte dal Sud Italia. Per il momento le candidature sono state chiuse, ma verranno riaperte per lo store di Firenze.

Ti è piaciuto l'articolo?


Iscriviti gratis alla newsletter e ricevi in anteprima le nostre news su MODA E TENDENZE

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi l'Informativa sulla privacy.

Do il consenso:   

Nb: i campi contrassegnati con * sono obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: