Abbigliamento Vintage, la nuova era della moda

1735
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

abbigliamento-vintage-anteL’abbigliamento vintage è non solo un modo per risparmiare, un riciclo creativo ma anche un piacere, un modo per ritrovare nel vecchio la magia dei tempi andati. Coloro che amano questo tipo di stile, sostengono che gli abiti vintage siano una vera e propria scoperta, una ricerca del bello. È importante però chiarire che non è solo un modo di risparmiare o guadagnare, se si possiedono abiti usati, ma è modo di vivere. Per scegliere questo tipo abbigliamento è necessario conoscere bene il mondo della Moda, le varie tendenze, gli accessori e i periodi storici, oltre ovviamente alla differenza tra Alta Moda, Haute Couture e Pret-à-Porter.

LEGGI ANCHE: Negozio di abbigliamento vintage: come allestire le vetrine

Londra la capitale dell’usato

È vero, il vintage, o meglio l’abbigliamento usato, è ormai di moda in tutto il mondo, mercatini, siti internet, appuntamenti di baratto, ma la città che più di altre è la patria dell’abbigliamento vintage resta Londra, tappa assolutamente obbligatoria per tutti gli amanti dell’usato.

Londra possiede 14 tipi di mercatini di abbigliamento vintage, dai famosi Portobello Road o Camden Town, a quelli minori, e in tutti è possibile trovare abbigliamento anni ’50, ’60 e ’70, per donne e uomini, accessori originali, bijoux, il tutto a pochi soldi.

Se amate mixare l’abbigliamento vintage con quello moderno, le bancarelle di Londra possono fare al caso vostro, i mercatini offrono abiti usati, abiti moderni venduti dai viaggiatori di passaggio e creazioni di stilisti sconosciuti.

abbigliamento vintage Portobello Road
Portobello Road (fonte: instagram)

 

Consigli per gli acquisti

L’usato è trendy, è vero, ma bisogna sapere acquistare, il che non è poi così facile: se davvero amate questo tipo di moda è bene imparare a scegliere i capi in maniera giusta. Ecco alcuni consigli che fanno al caso di qualunque vintage fashion victim.

Per comprare abbigliamento vintage è bene trovare un negoziante fidato che sia la garanzia degli abiti, della qualità e del prezzo.

  1. Sono tantissimi i siti che vendono abbigliamento usato ma il mio personale consiglio è quello di optare per negozi dal vivo o mercatini: sicuramente comprare online ci offre la possibilità di risparmiare ma non ci permette di toccare gli abiti, controllare i danni e provarli;
  2. Studiare bene i dettagli dell’abito, come bottoni, gancetti, cinturini ecc; spesso gli abiti non hanno questi accessori o nel caso di abiti firmati hanno bottoni tra loro diversi, cosa che fa calare notevolmente il valore dell’abito;
  3. Provare sempre gli abiti: un tempo le misure che oggi conosciamo avevano dimensioni più piccole rispetto oggi, la 42 delle nostre mamme era più stretta di quella attuale;
  4. Verificare la pulizia degli abiti: il fatto che non sia stato indossato da anni o sia vecchio non vuol dire che il nostro capo non debba essere pulito. I veri negozi o banchi di abbigliamento vintage danno una grande importanza all’igiene.
0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Ti è piaciuto l'articolo?


Iscriviti gratis alla newsletter e ricevi in anteprima le nostre news su MODA E TENDENZE

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: