Amazon cambia le regole: cancellati gli account di chi fa troppi resi

235
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

É in atto una piccola rivoluzione in casa Amazon. Il colosso dell’e-commerce ha inasprito la sua politica contro gli “indecisi”. Negli ultimi tempi infatti sono stati chiusi molti account di utenti che avevano effettuato troppi resi. La politica di restituzione dei prodotti acquistati è sempre stata il fiore all’occhiello di Amazon. Fu l’intuizione vincente di Jeff Bezos nei tempi in cui l’e-commerce era ancora poco diffuso, ed era visto con molta circospezione dagli acquirenti. Diversi consumatori avevano paura di mettere i loro soldi online, ma anche di acquistare un prodotto a scatola chiusa senza vederlo né toccarlo. Problema risolto con la restituzione dei prodotti totalmente gratuita. Gli articoli possono essere restituiti se presentano dei malfunzionamenti, o se non sono in linea con quanto richiesto, ma a quanto pare qualcuno ha esagerato.

LEGGI ANCHE: Come vendere su Amazon

Account cancellati: cosa dice la politica di Amazon in merito?

Di punto in bianco molti utenti, senza una spiegazione, si sono visti cancellare i loro account Amazon senza possibilità di effettuare acquisti. Un consumatore ha anche postato un’email sui social, in cui il colosso dell’e-commerce chiedeva spiegazioni sul numero eccessivo dei resi. É una problematica piuttosto spinosa, poiché in effetti non è stato quantificato un numero massimo di resi possibili. La stessa politica di Amazon non dichiara apertamente che la resa di troppi articoli può causare la chiusura dell’account. D’altra parte però il colosso di Jeff Bezos si riserva il diritto di cancellare un utente senza dover fornire spiegazioni. In realtà qualcosa del genere era già successo poco tempo fa con alcuni utenti di Amazon Prime, cancellati senza una spiegazione. I consumatori rimasti fuori dalle porte virtuali di Amazon sono infuriati. Molti di loro stanno addirittura meditando la possibilità di avviare una class action contro l’azienda di Seattle.

La risposta di Amazon

La replica di Amazon è stata affidata ad un rappresentante, il quale ha dichiarato che la decisione è stata presa proprio per tutelare i loro clienti. Il rappresentante di Amazon sostiene che la politica dei resi continua ad essere uno dei punti di forza dell’azienda, tuttavia c’è qualche “furbetto” che ne abusa. Poiché esistono oltre 300 milioni di clienti in tutto il mondo, Amazon ritiene che sia giusto tutelarli affinché possano continuare ad usufruire della politica dei resi senza problemi. Il rappresentante invita i clienti, prima di effettuare un reso, di contattare l’azienda per provare a risolvere il problema. La cancellazione degli account è limitata solo gli Stati Uniti, e almeno per il momento non sembra riguardare l’Italia.

Fonte foto: pixabay

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Titolari di Negozi di Abbigliamento per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite grazie al web.

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: