Avvio e consolidamento di start up innovative nei comuni più colpiti dagli eventi sismici del 2012

156
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

In data 04/04/2019 la regione Emilia-Romagna ha pubblicato un bando, stanziante due milioni di euro, per risollevare l’economia e portare innovazione nelle zone colpite dal sisma di Maggio 2012: l’obiettivo è di sostenere le spese di investimento per l’avvio o il consolidamento di nuove imprese ad elevato contenuto tecnologico.

Chi può partecipare al bando?

Possono concorrere micro e piccole imprese, nello specifico startups, impegnate nella filiera produttiva di diversi settori, tra i quali figura anche quello della Moda: nello specifico produzioni di abbigliamento e maglieria, tintorie e lavorazioni intermedie, altri prodotti tessili e in pelle, prodotti per l’arredamento, costruzione di macchine e realizzazione di servizi, prevalentemente informatici o di progettazione legati ai prodotti sopra richiamati.

Requisiti fondamentali per la partecipazione sono:

  • Dimostrare di operare in una delle filiere elencate nel bando ufficiale;
  • La sede dell’unità in cui si realizza il progetto deve essere regolarmente censita presso la Camera di Commercio di competenza ed è ubicata presso uno dei comuni colpiti dal sisma.

Caratteristiche produttive delle aziende partecipanti

Dal punto di vista delle caratteristiche produttive, invece, le imprese dovranno obbligatoriamente distinguersi in almeno una delle due seguenti categorie:  

  1. Imprese basate sullo sviluppo produttivo di risultati di ricerca o di soluzioni tecnologiche derivanti da una o più tecnologie abilitanti, anche congiuntamente ad altre tecnologie;
  2. Imprese basate sullo sviluppo o sull’utilizzo avanzato delle tecnologie digitali per applicazioni imprenditoriali prioritariamente nelle industrie culturali e creative, nell’innovazione sociale, nel wellness e nei servizi ad alta intensità di conoscenza.

Quali sono le tipologie di costo da rispettare?

Le tipologie di costo dei progetti imprenditoriali differiscono in base all’obiettivo dell’azienda richiedente, mentre l’ammontare del costo ammissibile è diverso per categoria produttiva (nel bando ufficiale sono presenti dettagli in merito).

Di seguito sono riportate le tipologie di costo da rispettare per startups in fase d’avviamento e startups che hanno intenzione di espandersi.

Startups in fase d’avviamento:

  • Macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  • Spese di affitto/noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto); da tale voce di costo sono escluse le spese di affitto della U.L. nella quale si realizza il progetto;
  • Acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • Spese di costituzione (massimo 2.000 €);
  • Spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 15.000,00 €);
  • Consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

Startups che hanno intenzione di espandersi:

  • Acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali. Le imprese con sede legale esterna ai comuni interessati potranno acquistare solo sedi produttive nel territorio regionale (massimo 50% costo totale del progetto);
  • Macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  • Spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto);
  • Acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • Spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 10% del costo totale del progetto);
  • Consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

Come presentare le domande e link al bando ufficiale

Per presentare le domande è necessario collegarsi al portale online Sfinge2020. Le domande possono essere presentate, in ogni momento, fino alle ore 17.00 del 16/09/2019.

Cliccando su questo link, invece, è possibile scaricare il bando ufficiale.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dagli Imprenditori del settore Fashion per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite grazie al web.

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: