Brevetto internazionale: consigli su come espandere la propria attività all’estero

1403
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

In generale è possibile descrivere il brevetto di un prodotto come lo strumento che attribuisce al commerciante, autore dell’oggetto inventato, l’esclusività sulla produzione e la diffusione della merce stessa.

I singoli impresari, coraggiosi e che vogliano rivolgersi a una clientela più ampia, hanno l’obbligo d’adattare il loro prodotto alle diverse normative nazionali pur di poter espandersi all’estero.

Di conseguenza la loro attenzione è rivolta verso la domanda: “Come gestire i brevetti?”. In questo articolo vedremo come gestire il brevetto internazionale per espandersi all’estero.

Come ottenere un brevetto internazionale

Il primo passo consigliato da effettuare prima di richiedere un brevetto internazionale è quello di assicurarsi che, dato il centinaio di brevetti rilasciati in tutto il mondo continuamente, non esistano documenti o pubblicazioni che rendano la vostra idea “non più nuova”.

Per poter ottenere e gestire un brevetto internazionale serve la compilazione della relativa domanda presso l’UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi), completa di descrizione dettagliata dell’invenzione del prodotto, i motivi che hanno spinto a voler decidere di proteggere la propria creazione, i disegni tecnici dell’oggetto e la designazione dell’autore.

La vostra domanda verrà sottoposta a un esame riguardo i requisiti amministrativi e formali richiesti, una ricerca d’anteriorità (od originalità), la pubblicazione dopo 18 mesi dal primo deposito della domanda di brevetto e la concessione affiancata dal rilascio del certificato.

È consigliabile tener bene a mente queste direttive prima di decidere di espandersi all’estero.

Come brevettare all’estero

Esistono tre metodi per poter gestire un brevetto all’estero:

  • Percorso Nazionale: rivolgendosi agli uffici di tutti i Paesi in cui si vuole brevettare;
  • Percorso Regionale: inviando la richiesta del brevetto a un unico ufficio regionale se i Paesi in questione fanno parte di un unico sistema;
  • Percorso Internazionale: con la domanda di brevetto internazionale (PCT) se i Paesi membri hanno firmato un Trattato di Cooperazione sui Brevetti.

Perchè espandersi all’estero

Il brevetto internazionale si limita essenzialmente al territorio, paese o regione, in cui viene concesso ed espandersi all’estero è un buon modo per l’imprenditore di allargare i suoi orizzonti, rivolgendosi a un pubblico molto più ampio di quello a cui normalmente ha accesso.

Dati i costi elevati, è bene analizzare con attenzione il luogo in cui commercializzare, l’esistenza di prodotti simili sul mercato, dove è più probabile che venga distribuito, i relativi costi di produzione e le procedure per proteggere come si deve i propri brevetti nel Paese estero in questione.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Negozi di Abbigliamento per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite in modo automatico.

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: