Come fare SEO per Amazon

576
Tempo di lettura articolo: 5 minuti

Quando si parla di SEO, il pensiero va subito alle tecniche che servono a posizionare un sito internet prima degli altri all’interno dei motori di ricerca.

Oggi, però, riferirsi all’indicizzazione solo in questi termini è riduttivo, soprattutto per chi lavora nel mondo del fashion retail.

Perché, secondo uno studio recente, sempre meno utenti ricercano notizie sui prodotti da acquistare limitandosi a Google ed affini, mentre un numero crescente si affida alle informazioni provenienti da altre fonti.

Su tutte Amazon, la piattaforma utilizzata da oltre il 55% degli utenti che comprano online, in particolare nel momento di finalizzare l’acquisto, quando il prodotto è stato già valutato dal vivo in negozio e il prezzo comparato con quelli di siti diversi.

Per tale motivo, è fondamentale catturare l’attenzione di questi potenziali clienti, spingerli ad entrare nel tuo negozio online e comprare da te invece che da un concorrente.

Ma come si può fare tutto ciò?

Con una strategia SEO per Amazon che porti i tuoi prodotti a capeggiare tra i più ricercati, per essere trovati con maggiore facilità e registrare vendite in continuo aumento per la tua azienda.

LEGGI ANCHE: Vendere su Amazon

Ottimizzazione SEO su Amazon

Il punto di partenza per creare una strategia SEO davvero efficace per Amazon è l’analisi di come funziona l’algoritmo di ricerca interno alla piattaforma.

Tutto gira attorno allo scopo da raggiungere, che cambia rispetto a quello dei motori internet, così come l’approccio al consumatore.

Mentre Google, ad esempio, genera profitti dalla vendita di pubblicità che determinano il posizionamento di aziende e brand in prima pagina, privilegiando il passaparola generato tra gli utenti, l’autorevolezza creata nelle loro menti e il tempo trascorso sul sito, per Amazon l’obiettivo è vendere i prodotti presenti sul sito e trasformare il semplice utente in acquirente.

Un dato stimato in termini di CTR, percentuali incassate sul venduto degli inserzionisti e tassi di conversione registrati.

Di conseguenza, anche i fattori di posizionamento variano tra le due realtà.

Pertanto, se vuoi che i tuoi prodotti battano quelli della concorrenza, ci sono 7 elementi da curare per diventare primi su Amazon, che sono

  1. le parole chiave, da inserire in ogni spazio testuale disponibile: titolo e descrizione del prodotto, categoria, termini di ricerca, ma anche recensioni e commenti lasciati dagli acquirenti
  1. le vendite, con la percentuale incassata da Amazon, il prezzo degli articoli, il numero di utenti che hanno acquistato, il tasso di conversione in clienti e i prodotti acquistati in combinata con quelli appartenenti alle categorie più vendute. Questi, nello specifico, sono i fattori più importanti da prendere in considerazione, tanto per il posizionamento nella categoria prodotto quanto per le ricerche on-site e off-site
  1. le recensioni, in termini di numero, voto medio, lunghezza del testo, presenza di immagini e parole chiave, provenienza (altre aziende, clienti fidelizzati, nuovi clienti, ecc.), capacità di generare discussioni tra venditore ed acquirente o tra acquirente ed altri utenti
  1. i tassi di conversione, sui quali incidono l’utilizzo di un titolo accattivante per il prodotto, il rapporto tra quantità e qualità delle recensioni, l’inserimento di immagini di ottimo livello; tutti elementi che, una volta ottimizzati, possono far volare il tuo negozio online
  1. i risultati della pagina prodotto, il numero di volte in cui è stata vista, per quanto tempo e da quante persone
  1. i fattori esterni al sito, quelli che rientrano nelle attività di web marketing per Amazon come, ad esempio, la condivisione delle schede prodotto sui profili social degli utenti, la quantità e la qualità del traffico generata da banner, link posizionati su altri siti e programmi di affiliazione
  1. le caratteristiche del venditore, valutate come autorevolezza in base al numero di feedback positivi ricevuti, anzianità, storico, tasso di crescita delle vendite, gestione dell’inventario e numero di prodotti disponibili in magazzino

Come salire di posizione su Amazon

Una volta definiti gli elementi che Amazon tiene maggiormente in considerazione per migliorare il posizionamento dei prodotti, vediamo quali sono concretamente le attività da svolgere per scalare il motore di ricerca interno alla piattaforma.

La prima cosa da fare è lo studio delle parole chiave più ricercate, un’operazione che puoi compiere manualmente valutando i volumi prodotti da quelle su cui vuoi posizionarti, oppure affidandoti a siti e software specializzati.

Analizza i prodotti dei concorrenti e valuta cosa funziona e cosa non va nella loro offerta, in modo da migliorarla e differenziarti. Fai tesoro delle best practice e di come gestiscono gli aspetti nei quali sei carente; il tutto senza copiarli, ma solo prendendo spunto. Provali in prima persona facendo un acquisto o contatta gli utenti che hanno lasciato una recensione, per capire come creare un’esperienza d’acquisto davvero soddisfacente.

Studia i dati di vendita dei prodotti che vuoi posizionare per sapere se il mercato è saturo e ci sono più brand con i quali competere, se il settore è vuoto e puoi inserirti con maggiore facilità, ma anche se esiste una domanda in relazione a quel prodotto, senza correre il rischio di svolgere bene tutta l’attività preliminare e poi ritrovarti senza neppure una vendita.

Cerca di essere persuasivo e convincente nel rapporto con i clienti, rispondi alle loro domande in  tono pacato anche in caso di critiche, analizzandole nella maniera giusta per avere un momento di crescita. Allo stesso modo, non usare parole chiave con grossi volumi di ricerca che non hanno nulla a che vedere con i tuoi prodotti solo per attirare più utenti. Amazon penalizza questo tipo di attività, che sicuramente ti farà perdere credibilità agli occhi dei potenziali clienti.

Seleziona le categorie migliori dove posizionare i tuoi prodotti, non solo in base alle ricerche, ma anche alla loro specificità. Non accontentarti di macro-categorie generiche, ma cerca quelle che soddisfano al meglio le richieste della tua nicchia. Quindi, non posizionarti, ad esempio, per la categoria “Abbigliamento Donna”, ma specializzati in “Abbigliamento Donna da sera”, per una festa o il lavoro. Le tue vendite ne beneficeranno di sicuro!

Nel creare le schede prodotto utilizza immagini di qualità, una cosa che puoi fare con uno smartphone di ultima generazione o affidandoti ad un fotografo professionista.

Per aumentare il traffico degli utenti nel tuo negozio online, usufruisci del programma di affiliazione Amazon che, in cambio di una piccola percentuale sulle vendite, garantisce maggiore visibilità ai tuoi prodotti. A tale scopo, puoi puntare a far crescere la tua reputazione anche attraverso le rewiew degli acquirenti, progettando un sistema di incentivazione delle recensioni via mail, che ricorda all’utente di scriverne una quando riceve il prodotto, soprattutto se questo ha soddisfatto le sue aspettative.

Valuta il prezzo applicato ai prodotti dai tuoi concorrenti, in modo che questi non ti taglino fuori dal mercato. Cerca di guadagnare il massimo possibile in relazione al margine offerto, senza lucrare troppo né sacrificare le possibilità di profitto.

Fai attenzione a non tenere in vendita prodotti esauriti o momentaneamente non disponibili perché ricevere ordini senza evaderli è un fattore di posizionamento molto negativo per Amazon, con il rischio di abbassare la reputazione tua e del tuo shop online e veder svanire nel nulla il lavoro svolto in precedenza.

Altro elemento particolarmente rilevante per chi vende sul web è la gestione delle spedizioni. Consegne che arrivano in ritardo o in orari non concordati, per quanto non siano direttamente dipendenti da te, purtroppo influiscono negativamente sull’opinioni degli utenti. In più, può capitare che l’abbonamento ad uno spedizioniere ti costi molto più di quanto poi realmente lo sfrutti. Per questo, affidati al servizio logistica di Amazon, senza dubbio uno dei migliori tra quelli offerti dall’azienda americana, che presenta tante opzioni su misura per le specifiche esigenze degli imprenditori.

Tirando le somme, come migliorare il SEO per i prodotti Amazon?

Prestando particolare attenzione ai fattori che permettano alla piattaforma di massimare i profitti.

Quindi, punta con decisione sui prodotti che vendono di più, che hanno un margine di guadagno più ampio, con le maggiori conversioni e che raccolgono recensioni di qualità.

Tuttavia, Amazon è un sito in continua evoluzione, di conseguenza anche i fattori preponderanti variano con una certa frequenza.

Esiste però una regola alla quale deve sottostare ogni venditore: attenersi rigorosamente alla policy imposta, pena l’espulsione immediata.

Ma in fin dei conti non c’è alcun motivo per rischiare, anche perché con oltre 20 milioni di utenti al giorno Amazon ha un bacino di utenza per aumentare le tue vendite e i tuoi profitti che nessun’altro ti offre.

Non prima però di avere posizionato i tuoi prodotti in prima fila grazie ai nostri consigli!

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Titolari di Negozi di Abbigliamento per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite grazie al web.

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Ho letto e acconsento l'informativa Privacy Policy *

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: