Come pubblicizzare un negozio con un video

442
Tempo di lettura articolo: 3 minuti

Come pubblicizzare un negozioSecondo alcuni studi ogni consumatore passa almeno un’ora e mezza al giorno a guardare video, e più della metà degli utenti mostra attenzione verso un brand dopo aver visionato un video sui social.

Il video marketing è uno strumento potentissimo nelle mani degli esercenti, perciò è importante capire come pubblicizzare un negozio con un video.

I video aiutano a migliorare le vendite in un negozio fisico, aumentando contemporaneamente la brand identity del marchio sul web. Online ed offline devono camminare di pari passo, soprattutto in un periodo come questo dove tutto sta cambiando.

Scopriamo quali video realizzare per promuovere un negozio e le tecniche di base da seguire.

Vantaggi e tipologie dei video promozionali

I video aiutano a dare valore aggiunto ai tuoi prodotti, posizionarsi nella mente dei clienti ed aumentare il tasso di engagement. La loro realizzazione è veloce e non richiede grossi investimenti, in quanto possono essere girati con un semplice smartphone.

Ci sono tante idee per capire come pubblicizzare un negozio di abbigliamento con i video, ma bisogna scegliere che taglio dare al contenuto. Nello specifico esistono tre tipologie di video: promozionali, emozionali e formativi.

I video promozionali

I video promozionali sono quelli “classici”, cioè finalizzati a sponsorizzare i prodotti in vendita, o anche sconti e promozioni in corso. In questi casi bisogna presentare un prodotto con estrema cura dei particolari, illustrando ad esempio le funzionalità di una borsa o le caratteristiche del materiale di un capo d’abbigliamento.

Bisogna sfruttare con intelligenza i video promozionali, soprattutto in prossimità delle festività. Prendiamo come esempio un fidanzato che, ad una settimana da San Valentino, non ha acquistato ancora nulla per la sua partner. In tal caso puoi creare un video promozionale, in prossimità di San Valentino, proponendo una soluzione originale e pratica al suo problema.

Quest’idea è ovviamente valida per ogni festività, e puoi realizzare anche dei mini-video ogni giorno da condividere sui social, Instagram soprattutto, fornendo proposte varie.

Video emozionali

I video emozionali, pur avendo come fine ultimo la vendita, puntano soprattutto alle emozioni suscitate nei clienti. Questi video si basano spesso su storie, capaci appunto di emozionare e di far avvicinare il cliente prima al brand, e poi al prodotto.

Qualche esempio? Supponiamo che vendi scarpe: puoi fare un video raccontando la mattinata di una giovane donna che si appresta al matrimonio, raccogliendo tutti i momenti unici e speciali. Puoi chiudere il video inquadrando la sposa che indossa le tue scarpe prima di andare in chiesa, assicurandoti di mettere in evidenza il tuo brand.

Le idee per distinguersi dai competitor sono tante, l’importante è puntare su storie di vita reale emozionanti e capaci di suscitare reazioni emotive positive.

Video formativi

Infine ci sono i video formativi, tra cui rientrano i tutorial e gli “how to”. Questi video aumentano il valore percepito dei prodotti, ma soprattutto forniscono informazioni utili per problemi nella vita reale.

Si può ad esempio creare un video spiegando qual è il miglior intimo per fare ginnastica, come annodare una sciarpa in più modi, come realizzare un outfit per appuntamenti eleganti ecc.

Le tre tipologie di video analizzate finora sono destinate sia al pubblico fidelizzato, che alla nuova clientela.

Le regole base da seguire

Per sapere come pubblicizzare un negozio online bisogna conoscere le regole e le tecniche di base per realizzare un video di successo. I due capisaldi principali sono: illuminazione e audio.

Il video deve essere girato preferibilmente con la luce naturale, senza zone d’ombra o di chiaro-scuro. La visibilità dei prodotti, ma anche dell’eventuale persone che parla, è fondamentale.

Così come è fondamentale l’audio poiché, se dovesse risultare scarso, il visitatore rischierebbe di perdere informazioni preziose. L’acquisto di un microfono è fortemente consigliabile, anche perché i costi sono piuttosto accessibili.

Per dare una maggiore stabilità al video è opportuno dotarsi di un treppiede, strumento utilizzato generalmente dai professionisti.

Bisogna porre attenzione alla tipologia di inquadratura, che va dalla figura intera fino al primissimo piano. A tal proposito è importante seguire sempre lo stesso stile, in modo da dare ai vari video una certa riconoscibilità. Può essere un’idea utilizzare lo stesso sfondo (come la vetrina del proprio negozio), assicurandosi che il logo del negozio sia ben visibile sul video.

Quanto deve essere lungo un video per sponsorizzare un negozio? Una regola precisa non c’è, ma in linea di massima i video non devono essere troppo lunghi altrimenti rischiano di annoiare. Due minuti sarebbero perfetti, ma se il prodotto richiede qualche ulteriore approfondimento si può prolungare preferibilmente non oltre i 7 minuti.

Fonte foto: pixabay

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica gratis il nostro nuovo Ebook


COME CREARE E LANCIARE UN FASHION E-COMMERCE DI SUCCESSO


Questo report ti permetterà di conoscere quali sono gli elementi più importanti da tenere in considerazione per creare e lanciare un fashion e-commerce di successo.

    Che ruolo svolgi in azienda? *

    TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

    Seleziona la provincia *

    Accetto l'informativa sulla privacy *   

    * = campi obbligatori

    La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

    Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: