Come vendere in un negozio piccolo?

203
Tempo di lettura articolo: 3 minuti

Come vendere in un negozio piccoloLe persone che hanno un negozio piccolo potrebbero pensare di partire svantaggiate rispetto a chi ha un negozio grande.

Indubbiamente bisogna fare i conti con qualche ostacolo in più, ma i punti deboli possono essere trasformati in punti di forza.

Per capire come vendere in un negozio piccolo bisogna guardare le cose da un altro punto di vista e indirizzare la vendita degli articoli in una determinata direzione.

Innanzitutto è necessario partire da due postulati: non c’è spazio per il magazzino e non possono esserci troppe persone contemporaneamente nel negozio. Il magazzino è il negozio stesso, quindi bisogna scegliere poca merce ma di qualità e di grande impatto estetico. Lo spazio inoltre è limitato, quindi bisogna evitare che entrino nel negozio clienti “perditempo” che vogliono solo curiosare.

Come vendere in un negozio piccolo: diventare uno specialista del proprio settore

In un negozio piccolo non è possibile esporre prodotti di varie aree commerciali, quindi è consigliabile concentrare la vendita su un unico prodotto. Lo store si specializza quindi in una determinata categoria, assumendo pregio e prestigio agli occhi del cliente. Specializzandosi in un solo settore ovviamente bisogna differenziarsi dalla concorrenza proponendo prodotti di nicchia o comunque originali.

Ad esempio chi vuole comprare una camicia particolare andrà dal negozio specializzato piuttosto che dal negozio che vende abbigliamento uomo, donna e bambino. Questo “plus” fornito dal negozio specializzato sarà apprezzato dal cliente che sa di poter contare su un articolo davvero originale e quindi è disposto anche a spendere una cifra maggiore.

Impostare prezzi immediatamente visibili

Sapere come condurre una trattativa con successo aiuta a smaltire velocemente le persone, condizione necessaria in un negozio piccolo. Diventa fondamentale però scremare in anticipo i clienti, attirando solo le persone realmente interessate all’acquisto. In tal senso bisogna prestare molta attenzione alla comunicazione che deve essere chiara, semplice e diretta.

I prezzi sono la miglior forma di comunicazione e devono essere visibili già dall’esterno. Per rendere ancora più intuitiva l’esperienza d’acquisto è consigliabile suddividere i prodotti per fascia di prezzo: in un’area vanno collocati gli articol da 5 a 10 euro, in un’altra da 10 a 20 euro, in un’altra da 20 a 40 euro ecc. In questo modo il cliente può orientarsi meglio sull’acquisto in base al budget a sua disposizione.

Altra ottima idea è realizzare una tagline, cioè un sottotitolo del negozio da affiancare al nome per rendere chiara la tipologia di articoli venduti. Riprendendo nuovamente l’esempio delle camicie si può inserire una tagline del tipo “Le migliori camicie da uomo per tutte le occasioni”.

Scegliere prodotti belli da vedere e facili da allestire

Estetica e praticità sono due fattori che devono camminare a braccetto per sapere come allestire un negozio piccolo. Come già detto non c’è posto per il magazzino, quindi tutti i prodotti esposti sono quelli in vendita. Bisogna sfruttare al massimo gli spazi a disposizione, utilizzando tutta l’altezza delle pareti.

In alternativa si può rinunciare alla vetrina per avere più spazio all’interno del negozio. In questo caso bisogna però puntare su allestimenti estetici molto suggestivi per sopperire alla mancanza di una vetrina. Scegliere colori fluo e sgargianti è un ottimo sistema per far cadere l’occhio del cliente su determinati prodotti e spingerlo pian piano a visionare anche gli altri.

Gli articoli scelti devono inoltre avere un imballaggio non troppo ingombrante e garantire un veloce allestimento. Per le scarpe ad esempio è preferibile un sacchetto in stoffa come contenitore piuttosto che una scatola di cartone, ingombrante e difficile da smaltire.

Naturalmente non è possibile esporre una quantità eccessiva di prodotti per mancanza di spazio. Questo però non è un problema poiché l’allestimento diventa più facile e gli stessi prodotti saranno notati di più rispetto a quelli accatastati uno sull’altro. Risulta fondamentale capire anche cosa vendere in un negozio piccolo per ottimizzare spazi e profitti.

Come vendere in un negozio piccolo: acquistare più prodotti conviene

Un negozio piccolo deve puntare su articoli di nicchia che, in quanto tali, costano di più. Quando si acquistano i prodotti presso un fornitore quindi bisogna acquistare una quantità di prodotti a stock molto elevata e di conseguenza è possibile chiedere uno sconto importante.

In questa trattativa ci guadagnano tutte le parti in causa: il fornitore vende una notevole quantità di merce; il venditore può acquistare quella quantità di merce ad un prezzo contenuto; il cliente può comprare un prodotto di nicchia ad un costo abbastanza competitivo.

Mono prodotto? Perché no!

Diversi negozi specializzati sono diventati mono prodotto, cioè puntano alla vendita di un solo prodotto ma proposto in più varianti. Questo sistema di vendita velocizza notevolmente l’allestimento ma anche l’acquisto da parte del cliente, che deve scegliere semplicemente il colore, le forme e le dimensioni preferite.

La specializzazione diventa ancora più settoriale e questo contribuisce a dare una determinata “etichetta” e caratterizzazione a quel negozio che può fornire un servizio in più rispetto agli altri competitor.

Fonte foto: pixabay

4.00 avg. rating (76% score) - 1 vote

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Negozi di Abbigliamento per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite grazie a Tecniche di Vendita poco conosciute.

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Seleziona la provincia *

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: