Cosa devi sapere per portare il tuo negozio su Spartoo

0
6617
Tempo di lettura articolo: 5 minuti

Secondo uno studio condotto da E-commerce News, nel 2022 l’Italia è stato il Paese europeo che ha familiarizzato di più con i marketplace dal momento che il 98% degli utenti online ha fatto almeno un acquisto su tali piattaforme.

Questo dato dimostra, una volta di più, come essere presenti sui marketplace sia un investimento dal tornaconto quasi assicurato per i negozianti fashion retail.

Perché sono un ottimo strumento per moltiplicare le vendite e i fatturati.

Negli ultimi 12 mesi, tra i marketplace dedicati alla moda, ce n’è uno in particolare che si è segnalato per dei risultati a dir poco sorprendenti: Spartoo.

Stai pensando di cominciare a vendere anche tu su questo canale web?

Allora scopriamo insieme le sue caratteristiche più importanti in questa nuova Guida Pratica.

Spartoo: come nasce il marketplace

Spartoo nasce nel 2006 in Francia dall’idea di tre giovani amici neo-laureati in Economia che, dopo aver concluso gli studi, sognano di dare vita ad un business tutto loro.

Dopo varie ipotesi, la scelta dei tre ricade sulla creazione di un e-commerce verticale, specializzato nella vendita di scarpe.

Così, viene scelto un nome che è un chiaro richiamo a Sparta (una delle città più forti dell’Antica Grecia) e ai leggendari sandali indossati dai suoi guerrieri, mentre la doppia O finale è un augurio, per il marketplace, di ricalcare il successo dell’azienda alla quale si ispirano i tre amici: Google.

La piattaforma guadagna subito un’ottima credibilità, in particolare per il rigoroso controllo di qualità applicato su tutto il processo di vendita, dalla scelta dei prodotti fino alla logistica.

Ciò contribuisce ad un aumento continuo degli acquirenti, il che porta l’azienda, nel 2018, a scegliere di abbracciare l’intero settore del fashion retail, cominciando a vendere sul marketplace non più soltanto scarpe, ma anche capi d’abbigliamento, accessori moda e cosmetici.

Presente in oltre 30 Paesi, tra cui Spagna, Italia, Portogallo, Grecia, Polonia e Repubblica Ceca, oggi Spartoo può vantare quasi 14 milioni di visite totali al mese, più di 3500 brand e 300.000 articoli di differenti fasce di prezzo, dall’economy al luxury.

Nonostante ciò, la crescita dell’audience non si arresta, in quanto il marketplace mette in campo specifiche attività finalizzate a centrare questo obiettivo, come programmi fedeltà, sconti offerti a chi invita un nuovo utente ed abbonamenti premium.

Non è un caso, dunque, che la piattaforma sia quella che in Europa ha ottenuto il maggior numero di acquirenti giunti sul sito grazie al passaparola.

Vendere su Spartoo: quali sono i vantaggi

Sono diversi i vantaggi di vendere su Spartoo per un negoziante fashion retail:

  1. il marketplace attira in media oltre 3 milioni di visite mensili dalla Francia, quasi un milione dal Portogallo, oltre 600.000 dall’Italia e altrettanti dalla Spagna. Per questo motivo, può rivelarsi un canale di vendita proficuo per chi vuole moltiplicare la propria presenza online in questi Paesi (e in tutti gli altri raggiunti dal servizio)
  2. Spartoo è particolarmente indicato per chi si rivolge a potenziali acquirenti con un’età compresa tra i 20 ed i 40 anni e con un buon potere d’acquisto
  3. grazie alle sue attività promozionali, Spartoo offre ampia visibilità non solo alla sua piattaforma, ma anche ai prodotti e ai marchi presenti sul sito
  4. la piattaforma è totalmente affidabile, perchè gestita da un’azienda con alle spalle quasi 20 anni di esperienza, grazie alla quale hanno creato un brand affermato, scelto dai maggiori player di moda internazionali
  5. i pagamenti sono puntali, sicuri e non c’è alcun rischio di frode perchè tutte le transazioni sono in carico al team interno di Spartoo, senza rivolgersi a terze parti
  6. il merchant ha la possibilità di accedere ad un mercato molto ampio, senza spendere nulla, ed essere presente su una piattaforma dove vengono fatti investimenti importanti in termini di marketing, affiliazioni, comparatori, SEM, SEO ecc. Grazie a questo, Spartoo produce un buon traffico di utenti unici, permettendo all’imprenditore di turno di fare affari in tutta tranquillità e pagare solo per quello che vende.

Vendere su Spartoo: cosa bisogna sapere

Per vendere su Spartoo il primo requisito è avere un inventario con almeno 250 prodotti, tutti contrassegnati dal proprio codice SKU.

L’inventario si può pubblicare sul marketplace tramite API, CMS o CSV.

Per accedere alla piattaforma in qualità di seller, inoltre, è necessario:

  • avere una sede operativa ed un magazzino fisico in Italia;
  • presentare un’offerta di articoli di qualità per una o più categorie merceologiche tra calzature, abbigliamento, prodotti sportivi, borse ed accessori;
  • avere prezzi competitivi;
  • avere la possibilità di realizzare spedizioni con corriere espresso in tutta Italia (isole comprese);
  • avere un catalogo digitale dei propri prodotti, tradotto e localizzato in ragione delle diverse esigenze degli utenti (es. scala taglie differenti per le singole nazioni);
  • avere un servizio clienti rapido ed efficace;
  • offrire le stesse condizioni di servizio proposte da Spartoo (es. spedizioni gratuite entro 3 giorni e resi gratuiti entro 30 giorni).

L’ingresso in Spartoo è possibile sia a produttori con un proprio brand che a rivenditori di altri marchi.

In ogni caso, la candidatura è sottoposta al giudizio dell’azienda, che si riserva il diritto insindacabile di accettare o rifiutare qualunque richiesta d’accesso alla piattaforma.

In pratica, il marketplace realizza una vera e propria qualificazione dei propri venditori; perciò, sulla piattaforma sono presenti solo le attività in grado di offrire un livello di qualità di servizio e di prodotto soddisfacente per il consumatore.

Inoltre, le performance dei venditori vengono monitorate costantemente nel tempo, dai tassi di annullamento ordini ai tempi di delivery del prodotto nonché ai tempi di risposta alle domande del consumatore, in modo da valutare se questo merita di essere ancora su Spartoo o meno.

La candidatura può essere inviata compilando l’apposito modulo, indicando nome e cognome del titolare, nome dell’azienda, sito web, sede legale, tipologia di prodotti disponibili, corriere utilizzato, marchi disponibili, indirizzo e-mail e numero di telefono.

La sottoscrizione del modulo non rappresenta alcun impegno, contratto o accordo tra Spartoo ed il candidato e la candidatura non comporta alcun diritto od obbligo da parte di Spartoo verso gli stessi, né viceversa di questi ultimi verso il marketplace.

I brand possono operare su Spartoo con un proprio Account Seller oppure rivolgersi ad un partner specializzato come MagicStore, che si occupa di tutto l’iter burocratico d’ingresso sul marketplace, offrendo una via di accesso privilegiata ai negozianti fashion retail.

Per quanto riguarda i costi, per vendere su Spartoo il negoziante versa un canone mensile di 35 €, a cui si aggiungono le commissioni di vendita, che variano dal 15% al 20% in base al prezzo finale e alla tipologia di prodotto.

L’acquirente online riconosce il valore della transazione a Spartoo, il quale provvede a pagare il proprio partner di vendita ogni mese.

Le spedizioni sono interamente a carico del venditore, che ha l’obbligo di fornire il tracking degli ordini; inoltre, per accettare eventuali resi, deve obbligatoriamente fornire un indirizzo nel Paese in cui è avvenuta la vendita.

Vendere su Spartoo: 3 regole da seguire

Infine, per vendere con successo su Spartoo, è bene seguire le tre semplici regole date ai seller dallo stesso marketplace:

  1. definisci perfettamente il prodotto da vendere indicando taglia, genere, colore e sfumature. Questo farà si che l’utente possa acquistare con maggiore sicurezza, diminuendo il tasso di reso.
  2. utilizza foto di qualità, capaci di descrivere l’articolo nel dettaglio. Spartoo, infatti, esegue un controllo molto rigoroso sulle immagini presenti nel proprio store online, in modo da garantire sempre un’eccellente esperienza di shopping ai suoi utenti.
  3. gestisci in maniera perfetta la disponibilità della merce e i vari cambiamenti di inventario, così da acquisire maggiore credibilità agli occhi dei potenziali clienti. Per questo motivo, Spartoo consiglia di dotarsi di un software per la gestione del magazzino fisico. MagicStore, in qualità di partner di Spartoo, offre un’integrazione al marketplace che permette di caricare in pochi click tutti gli articoli registrati in magazzino, in modo da avere una gestione unica con il negozio fisico, con vendite scaricate in automatico dal sistema e disponibilità aggiornate in tempo reale per entrambi i canali.
Giuseppe Celentano
Marketing Director di MagicStore

Scarica gratis il nostro nuovo Ebook


COME CREARE E LANCIARE UN FASHION E-COMMERCE DI SUCCESSO


Questo report ti permetterà di conoscere quali sono gli elementi più importanti da tenere in considerazione per creare e lanciare un fashion e-commerce di successo.

    Accetto l'informativa sulla privacy *   

    * = campi obbligatori

    La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

    Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui