Depop: il marketplace della compra-vendita “vintage”

0
9673
Tempo di lettura articolo: 4 minuti

depop-thumbI siti e le applicazioni per comprare e vendere sono ogni giorno più numerose: per chi è interessato, davvero non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Molte si prestano a un utilizzo anche professionale e alcune app funzionano molto bene, andando a costituire un reale valore aggiunto per le imprese e gli esercizi commerciali, che possono trovare nell’utilizzo di dette applicazioni una valida possibilità di e-commerce e un ulteriore canale per promuovere con efficacia e in modo conveniente i propri prodotti. Una di queste è l’app Depop.

Disponibile all’indirizzo www.depop.com, Depop è un’applicazione divertente e facile da usare. Si tratta di uno strumento che consente a chi la usa sia di comprare che di vendere prodotti di diversa natura.

Depop infatti è un luogo in cui si incrociano offerta e domanda di persone interessate a vendere a comprare capi di abbigliamento, accessori di vario tipo, scarpe, oggetti per la casa, borse e gioielli. Quanto allo stile dei prodotti presenti sul sito, si va da prodotti dallo stile classico a quelli più casual e sportivi.

Come Asos, a farla da padrone su Depop è la moda vintage.

Applicazione Depop: come funziona?

Depop funziona secondo i principi che regolano un social network: l’utente si iscrive, carica il proprio profilo e si mette in contatto con gli altri utenti.

Una volta completato questo step preliminare, si è pronti per seguire i contatti prescelti, avere aggiornamenti su quello che comprano, su quello a cui sono interessati e anche su quello che mettono in vendita.

A disposizione degli iscritti c’è anche una community: uno spazio comune in cui è possibile confrontarsi con gli altri utenti, lasciandosi ispirare dalle nuove tendenze della moda, e ricevere suggerimenti su offerte e occasioni.

Si tratta dunque di un’applicazione estremamente amichevole e piacevole da usare, che cala l’utente in un contesto di scambi e contatti diretti: un contesto dunque molto diverso rispetto ad altre app in cui la separazione tra venditori e compratori è netta e i rapporti sono più formali.

Perchè conviene vendere su Depop?

Per chi ha una piccola o media attività commerciale, vendere su Depop è facile e veloce. Infatti, è sufficiente scattare una foto dei propri prodotti, metterla on line ed è subito possibile cominciare a ricevere offerte e manifestazioni di interesse da parte degli altri utenti. Con questo sistema è possibile aprire on line un vero e proprio negozio.

Anche per quanto riguarda le condizioni economiche, Depop offre un buon servizio. Iscriversi e pubblicare gli annunci è gratuito: chi vende non corre perciò alcun rischio di investire soldi in un’attività infruttuosa.

Le commissioni Depop vengono applicate solo nel caso di vendita avvenuta, sono a carico di chi vende e corrispondono soltanto al 10% del prezzo corrisposto, con le spese di spedizione incluse. Per vendere è necessario avere un account Paypal attivo.

Negozi di Abbigliamento Vintage su Depop

Per un negozio di abbigliamento, vendere su Depop presenta il grande vantaggio di garantire la presenza su una delle piattaforme di compravendita più promettenti presenti sul mercato.

Depop mostra un trend in forte crescita e non sarebbe davvero di alcun vantaggio lasciarsi sfuggire l’occasione di connettersi in modo semplice, immediato e gratuito con un numero molto grande e in costante aumento di potenziali clienti interessati ai propri prodotti.

Schermate di esempio dell'app Depop (fonte; gizmodo.co.uk)
Schermate di esempio dell’app Depop (fonte; gizmodo.co.uk)

Basta un account Paypal per poter effttuare l’iscrizione. Questa è semplice e intuitiva e c’è un efficace servizio di supporto in caso di problemi.

Una volta iscritti, occorre connettersi con gli altri utenti e cominciare a proporre i propri capi di abbigliamento: basta scattare una foto, caricarla sull’app e confermare l’annuncio. Niente di più semplice.

In particolare, Depop si presta a un utilizzo da parte dei negozi vintage, proprio perché nasce come piattaforma di scambio per questo stile di abbigliamento, e per questo raccoglie un grande numero di appassionati del genere.

Consigli utili

Una volta compreso come funziona nel dettaglio Depop, eccoti una serie di consigli che ti torneranno molti utili nella gestione del tuo account, soprattutto se sei alle prime armi.

Cosa vendere su Depop?

Devi sapere che le 4 categorie che vanno per la maggiore su Depop sono:

  • vintage: capi d’abbigliamento prodotti oltre 20 anni fa e che hanno un valore iconico;
  • handmade: oggetti fatti a mano e artigianali;
  • collezionismo: oggetti che interessano soprattutto i collezionisti;
  • grandi firme: capi d’abbigliamento di grandi marchi.

Una volta scelta la categoria che preferisci, ti consiglio di crearti una nicchia così da dare maggiore riconoscibilità al tuo brand. Per capire cosa va di moda e quali sono i trend del momento visita spesso la sezione “Esplora”.

Come stabilire il prezzo di vendita?

Imposta il prezzo abbassandolo rispetto a quello originale. Per conoscerlo vai sul sito del rivenditore ufficiale. Se la marca è importante e si tratta di un articolo raro, puoi leggermente alzare il prezzo poiché l’aumento è più che giustificato.

Tieni conto anche della spedizione e delle commissioni. Depop trattiene il 10% del prezzo di vendita e alle commissioni devi aggiungere quelle di Paypal. La spedizione è in genere a carico dell’acquirente, ma puoi accollartele tu e in questo caso ti conviene leggermente alzare il prezzo per rientrare delle spese.

Come ottimizzare il tuo profilo?

Le foto rappresentano il miglior biglietto da visita per presentare i tuoi prodotti, ma puoi renderli ancora più accattivanti con testi sulla bio e sulla descrizione dell’oggetto.

Spiega come lavori e quali sono le politiche del tuo negozio e aggiungi una descrizione accurata comprensiva di taglia, composizione, misure ed eventuali difetti.

Usa hashtag ricercati ed evita di fare spam tagging, che prevede l’inserimento di una pioggia di hashtag, anche quelli non pertinenti all’oggetto che mandano fuori strada l’utente.

Adotta uno stile coerente, subito riconoscibile e che permetta all’utente di concentrarsi unicamente sull’oggetto. Se ad esempio fotografi un articolo su sfondo bianco, allora fallo anche per tutti gli altri capi.

Come dare maggiore visibilità ai prodotti?

Non postare tutti gli oggetti in un sol colpo, ma a cadenza periodica. In questo modo il tuo profilo risulta sempre aggiornato e dai l’idea di offrire modelli nuovi ogni mese.

Posta nei periodi in cui la piattaforma è maggiormente frequentata, che secondo l’app di Depop sono la sera, il weekend, nei giorni di paga o in occasioni particolari come il Black Friday, Natale ecc.

Fai spesso un refresh dei tuoi post, ripubblicando l’inserzione ed eventualmente aggiungendo qualcosa di nuovo anche in base alle tendenze del momento. Questa è un’operazione un po’ noiosa ma che ti consente di dare maggiore visibilità ai tuoi post.

Impara a sfruttare anche i social, promuovendo il tuo profilo Depop su Instagram, Facebook, TikTok ecc., ma offri sempre un valore aggiunto in base alla tua cerchia di pubblico.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
Avatar
Copywriter e giornalista pubblicista, mi occupo della stesura di articoli relativi al marketing ed alla gestione dei negozi e siti online per negozianti, argomenti sui quali ho maturato una lunga esperienza sul campo con corsi, ricerche e studi specifici.

Scarica gratis il nostro nuovo Ebook


COME CREARE E LANCIARE UN FASHION E-COMMERCE DI SUCCESSO


Questo report ti permetterà di conoscere quali sono gli elementi più importanti da tenere in considerazione per creare e lanciare un fashion e-commerce di successo.

    Seleziona la provincia *

    Accetto l'informativa sulla privacy *   

    * = campi obbligatori

    La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

    Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui