Come gestire la spedizione gratuita del tuo e-commerce

2277
Tempo di lettura articolo: 5 minuti

Il commercio online in Italia sta vivendo un periodo magico; basta pensare che l’ultimo anno si è chiuso con una crescita del volume di vendita superiore al 10%, per un giro d’affari totale vicino ai 32 miliardi di euro.

Numeri che, una volta di più, testimoniano come il settore sia in continua ascesa, tanto da essere destinato, entro i prossimi tre anni, a raddoppiare il suo fatturato.

Dunque, investire nella vendita sul web realizzando il proprio sito e-commerce è un’opportunità enorme per gli imprenditori che puntano ad avere ancora più clienti rispetto al solo punto vendita fisico.

Tuttavia, proprio perché si tratta di una concreta possibilità di espansione del business, negli ultimi tempi si è assistito al boom dei negozi online, un elemento che, se per gli utenti significa avere a disposizione una scelta più ampia per soddisfare a pieno gusti ed esigenze, per gli imprenditori vuol dire essere in continua competizione per ritagliarsi fette di mercato sempre maggiori e conquistare il favore dei consumatori.

Una competizione che può essere vinta in un solo modo, cioè distinguendosi dagli altri ed offrendo un servizio in molti casi esclusivo, che mette il cliente nella condizione ideale per concludere l’acquisto in maniera soddisfacente, come la spedizione gratuita dei prodotti acquistati

Perché adottare la spedizione gratuita

Le spese di spedizione sono una questione cruciale e molto dibattuta sia da chi acquista che da chi vende sul web.

I primi, spesso, si trovano nella spiacevole situazione di veder aumentare il prezzo d’acquisto del prodotto scelto proprio nel momento in cui stanno per effettuare il pagamento, mentre i secondi cercano di rendere quanto più remunerativo il loro lavoro, tutelandosi dai problemi in cui può incorrere chi vende online.

Di conseguenza, sembra non esserci possibilità d’incontro tra venditori e consumatori, ma in realtà non è così perché adottare la spedizione gratuita per un sito e-commerce può rivelarsi un ottimo punto d’incontro tra le diverse necessità.

Operare una scelta del genere non è assolutamente facile, soprattutto da parte degli imprenditori che la vedono quasi controproducente, per questo è bene mettere in luce alcuni elementi che possano convincere gli scettici sul fatto che si tratti della maniera giusta per differenziarsi e dare ulteriore spinta agli affari.

Innanzitutto, per offrire la spedizione gratuita bisogna avere un prodotto che permette di assorbire i costi, quindi che non sia particolarmente economico ma rientri in un range medio-alto per evitare di ritrovarsi senza margini di guadagno.

Per tale motivo si può scegliere di adottarla solo su ordini superiori ad un certo importo; una strategia che spinge i clienti a comprare di più per poterne usufruire, aumentando il valore medio del loro carrello.

Così, i soldi che non rientrano dalle spese di spedizione è come se venissero investiti sulla promozione e sul marketing, con un impatto più che positivo sugli affari a medio-lungo termine.

Infatti, la spedizione gratuita è una forma di pubblicità molto potente se comunicata in maniera chiara, non solo nella homepage del sito, ma anche tramite gli altri strumenti quali pagine social, blog di settore, banner web, ecc.

Anche se, di norma, si tratta di un costo più che ragionevole per gli acquisti online, le spese di spedizione vengono ancora considerate dagli utenti come un elemento superfluo, non direttamente legato al prodotto e che non avrebbero avuto acquistando lo stesso prodotto nel negozio fisico.

È tutta una questione di percezione, quindi meglio alzare il prezzo e offrire la spedizione gratuita ragionando sul fatto che un capo ad un prezzo medio-alto viene percepito dai clienti come di maggiore qualità, con un effetto positivo sulle vendite.

Inoltre, uno dei maggiori motivi che portano all’abbandono del carrello da parte degli utenti sono i costi nascosti, che infastidiscono e fanno interrompere il processo d’acquisto; proponendo la spedizione gratuita, invece, è possibile ridurre notevolmente questo pericolo, aumentando il tasso di conversione e i guadagni del negozio online.

In fin dei conti, quello che cercano i clienti è un’esperienza d’acquisto semplice e piacevole, dall’inizio alla fine.

Chi tra gli imprenditori è in grado di fornire questo tipo di esperienza lascerà una buona impressione tanto dell’azienda quanto del servizio, cosa che spingerà l’utente a tornare ad acquistare e quindi a fidelizzarsi con un procedimento che costerà all’azienda meno della ricerca di nuovi clienti, portando quindi ad un importante ritorno economico sul lungo periodo.

Un guadagno che dimostrerà anche ai più dubbiosi che adottare la spedizione gratuita per un e-commerce può rivelarsi una strategia efficace.

Come applicare la spedizione gratuita

Dopo aver identificato i motivi per i quali è bene adottare la spedizione gratuita per un sito e-commerce, vediamo nello specifico le modalità tramite le quali è possibile metterlo in pratica.

Si perché, tra l’applicare la spedizione gratuita in ogni caso e il non applicarla proprio, ci sono una serie di possibilità che riescono ugualmente a soddisfare le esigenze e i bisogni dei clienti facendo guadagnare ad un sito molti punti nel confronto con gli altri e-commerce.

  • La prima possibilità è applicare la spedizione gratuita in prossimità delle feste (Natale, San Valentino, Pasqua, ecc.), periodi dove di solito un negozio digitale guadagna di più e quindi “peserà” meno dover fare i conti con una marginalità ridotta.
  • Stesso discorso per le offerte limitate nel tempo, che fanno leva sul meccanismo della scarsità.
  • È possibile usare la spedizione gratuita solo per gli utenti che fanno parte di un gruppo speciale come gli iscritti al sito o alla newsletter, quelli “premium” o che garantiscono una spesa minima su base mensile o annuale; un’ottima opportunità per fidelizzare gli acquirenti frequenti e quelli che lo diventeranno.
  • Così come offrire la spedizione gratis per tutti quegli utenti che acquistano un prodotto specifico o una combinazione particolare, un maniera utile per liberarsi delle giacenze di magazzino che bisogna vendere velocemente, o per coloro che si trovano in zone geografiche remote con alti costi di spedizione.
  • Altra opzione è far risparmiare la spesa a chi sceglie di pagare con carta di credito e Paypal, le modalità che permettono ai negozianti di incassare immediatamente il denaro e abbattere i costi del mancato ritiro che si possono verificare con contrassegno o del non pagato tipico dei metodi in differita quali il bonifico.
  • Ancora, si può utilizzare la spedizione gratuita per invogliare gli utenti a riprendere il carrello abbandonato e completare l’acquisto, comunicandogli l’offerta tramite apposite campagne di email marketing o stimolare all’acquisto i nuovi clienti facendola valere per il primo ordine o garantendola dal secondo in poi.
  • Infine, un altro metodo è quello dello sconto quantità, che offre la spedizione gratuita a chi acquista un certo numero di pezzi il cui invio risulterebbe più oneroso per via del volume maggiore.

In conclusione

Una delle caratteristiche principali del mondo e-commerce è quella di poter sperimentare, testare e misurare con precisione gli effetti di ogni decisione ed agire di conseguenza, proseguendo sulla strada tracciata o aggiustando il tiro.

Tuttavia, esistono strategie nate per avere successo perché seguono il buon senso, le regole di base sulla persuasione dei clienti e si sono rivelate già convenienti e di successo per chi le ha adottate in precedenza.

E la spedizione gratuita è certamente una di queste.

A questo punto, arrivati alla fine della nostra guida pratica, l’unica cosa che resta da fare è mettere in pratica quanto imparato e scoprire se una tecnica del genere può avere effetti positivi anche sugli affari del tuo negozio digitale.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Titolari di Negozi di Abbigliamento per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite grazie al web.

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: