Giorgio Armani compie 80 anni: da vetrinista a re della moda

893
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Giorgio Armani nasce l’11 luglio 1934 e domani festeggerà i suoi 80 anni, mentre il prossimo anno sarà la volta dei 40 anni della sua maison. Armani ama la moda e nel tempo ne è diventato il re, tanto da guadagnarsi l’appellativo di Re Giorgio, proprio per questo non ha nessuna intenzione di andare in pensione e godersi i suoi successi. Giorgio Armani vuole continuare a creare e ad investire nella moda e nella creatività. Lo stilista ad oggi è il quinto uomo più ricco d’Italia, 129esimo nella classifica mondiale con un patrimonio di 9,9 miliardi di dollari ma non è stato sempre così, Giorgio ha iniziato dal basso, non veniva da una famiglia ricca e da piccolo aveva avuto un bruttissimo incidente mentre giocava con i fuochi d’artificio.

Giorgio Armani

Giorgio Armani Story: La Rinascente e l’inizio nel mondo della moda

Giorgio Armani nella vita voleva fare altro: il medico, l’attore o il regista ma le cose andarono diversamente; trovò infatti lavoro alla Rinascente come vetrinista, dimostrò ben presto di essere sprecato per vestire i manichini e così, viste le sue forti intuizioni, divenne assistente di Cerruti. Questo inizio nel mondo della moda, lo fece appassionare a tal punto che insieme a Sergio Galeotti, suo compagno d’affari, decise di lanciare una collezione tutta sua. Nel 1975 Giorgio Armani creò la sua maison e da quel momento non ci furono che successi. In occasione dei suoi 80 anni è bene dire che Giorgio Armani è davvero un grande stilista, ha un talento unico che ha saputo sfruttare e soprattutto, ha auto la fortuna di lavorare in  un periodo in cui non c’era nulla. Tra le sue maggiori invenzioni  la giacca destrutturata per l’uomo e per donna: una giacca in cui il tessuto non costringe, ma avvolge il corpo lasciandolo libero, il grège, un misto di grigio e di beige con il quale tinge la sua moda e naturalmente il tailleur da uomo e lo stile garcon per la donna.

Armani tra film e gossip

Giorgio Armani è una persona sobria, niente copertine, niente interviste, nessun gossip significativo, ama la sua vita privata e fa di tutto per tenerla nascosta. Ma nonostante questo lo star system adora lo stilista e di conseguenza non mancano articoli sul suo lavoro che alimentano la sua fama nel mondo. Nel 1982 addirittura il Time gli ha dedicato la copertina e poco più tardi una sua foto apparve sulla facciata del Forbes.

Giorgio Armani sulla copertina del Time (1982)
Giorgio Armani sulla copertina del Time (1982) – Foto: archivio storico Time

 

Giorgio Armani è così amato che anche le star americane scelgono di indossare i suoi abiti, nel 1978 Diane Keaton ritirò l’Oscar per “Io e Annie” indossando proprio una giacca Armani; lo stilista ha curato anche gli abiti di Richard Gere in “America gigolò” e i costumi de “Gli Intoccabili”.  Per non parlare degli abiti di Leonardo Di Caprio nell’ultimo film di Scorsese “Wolf of wallsteet”.

Tanti Auguri Re Giorgio!

Diane Keaton winning Best Actress Oscar® for “Annie Hall”, il video

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Ti è piaciuto l'articolo?


Iscriviti gratis alla newsletter e ricevi in anteprima le nostre news su MODA E TENDENZE

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: