Glossario del visual merchandising: i principali termini da conoscere

231
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Glossario del visual merchandisingSe ti stai affacciando da poco al mondo del visual merchandising potresti essere rimasto spiazzato dopo aver sentito alcuni termini gergali come “vetrina scenografica”, “simmetria”, “sequenzialità”, “folding”, “target”, “merce calda” ecc.

Tutte queste espressioni fanno parte del glossario del visual merchandising che si riferisce al marketing ma anche all’esposizione vera e propria della merce e che solitamente si acquisiscono frequentando un corso per visual merchandiser o lavorando a stretto contatto con un esperto Visual Merchandiser.

É un po’ come parlare una lingua straniera sul posto: più lavori in questo ambito e maggior padronanza avrai nell’utilizzo dei termini. Per darti un piccolo aiuto in questo articolo ti illustro alcuni dei termini del glossario del visual merchandising maggiormente gettonati ed utilizzati.

Glossario del visual merchandising: la “user experience”

La “user experience” può essere tradotta con “esperienza d’acquisto” ed è un termine sdoganato ormai in tantissimi settori del marketing. La “user experience” comprende innanzitutto il primo sguardo alla vetrina del potenziale cliente che deve essere folgorato a tal punto dall’allestimento da voler entrare in negozio. Successivamente deve condurre mano nella mano il cliente all’acquisto coinvolgendo gli aspetti pratici e soprattutto emozionali.

La vetrinistica non deve esclusivamente spingere il cliente all’acquisto, ma deve costruire l’identità visiva del punto vendita e del brand che viene più facilmente identificato e risulta immediatamente riconoscibile anche in altre zone o in altre città. Per questo obiettivo è di fondamentale importanza saper plasmare ed assemblare tecniche, forme, spazi, colori, design, arredi e oggetti del punto vendita della casa-madre.

Vetrina a tema e vetrina mista

L’allestimento della vetrina può seguire vari temi a seconda delle esigenze. La “vetrina a tema” ad esempio ricrea una scena realistica e richiede un’approfondita conoscenza relativa all’allestimento ed ai materiali da usare. L’effetto è molto suggestivo e trasmette un’atmosfera molto suadente e coinvolgente.

La “vetrina mista” invece mixa quattro tipologie di vetrine e fondamentalmente comprende diversi principi ed elementi per accompagnare l’occhio del cliente alla visione dell’allestimento senza appesantirlo troppo di decorazioni e prodotti inutili o eccessivi.

Esposizione della merce: dalla triangolazione alla regola del 3

Sono diverse le tipologie di esposizione della merce come la “triangolazione” che ordina i prodotti esposti in una sorta di triangolo immaginario. L’attenzione si concentra quindi al centro ed al vertice del triangolo, per poi spostarsi lentamente sugli altri lati.

Altra tecnica molto interessante è la “regola del 3” che espone le merci a gruppi di 3. Questa modalità di esposizione è una delle più performanti secondo le leggi del neuromarketing in vetrina poiché il cervello segue meglio gruppi di prodotti a 3.

L’“esposizione di contenimento” è una tecnica di allestimento in cui i capi vengono esposti in modo perpendicolare allineati verso destra o sinistra, ma tutti rivolti nella stessa direzione per permettere al cliente di vederli in modo chiaro.

Merce calda e merce fredda

La merce in negozio si suddivide in calda e fredda. Per “merce calda” si fa riferimento a quei prodotti flessibili come giacche, camicie e cappotti che possono essere facilmente “manipolabili” e quindi più adatti a creare vetrine più fantasiose.

Per “merce fredda” invece si fa riferimento a quei prodotti rigidi come borse, occhiali, gioielli e calzature che non sono flessibili e quindi si inseriscono meglio in un contesto con forme simmetriche e geometriche.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Negozi di Abbigliamento per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite anche grazie a tecniche di Visual Merchandising poco conosciute.

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Seleziona la provincia *

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: