Illuminazione negozio abbigliamento: ecco tutto ciò che devi sapere

4951
Tempo di lettura articolo: 4 minuti

La luce ha un impatto visivo immediato, per questo è uno degli elementi che va assolutamente progettato quando si disegna l’allestimento di un negozio fashion retail.

Infatti, un’efficace illuminazione, sia del display che della vetrina, cattura maggiormente l’attenzione dei passanti, portandoli ad entrare nel punto vendita ed acquistare.

Ma quali sono le regole di base per non sbagliare mai la luce all’interno della tua attività? 

Scopriamolo insieme in questo articolo

Illuminazione negozio: 3 regole di base

  1. La prima regola da seguire per creare la giusta illuminazione nel tuo negozio è che le vetrine hanno bisogno di più luce durante il giorno rispetto che alla sera. Questo perché l’illuminazione interna deve contrastare la luce naturale ed i riflessi provenienti dall’esterno, mentre di sera il buio gioca a favore.
  2. La seconda regola da tenere in considerazione è capire se il colore ed il materiale dei prodotti assorbe la luce o la riflette. I colori scuri ed i materiali porosi/opachi assorbono la luce, per questo è necessaria un’illuminazione che eviti la creazione di zone di buio. Al contrario, con i colori molto chiari e le superfici riflettenti bisogna fare attenzione a non generare riverberi di luce che possono infastidire le persone ed impedire loro di vedere cosa c’è in vetrina.
  3. La terza regola è pensare alla frequenza di cambiamento della vetrina. Se vuoi adottare una soluzione flessibile, che ti permette di cambiare luce ogni volta che allestisci, l’ideale è installare un sistema binario con lampade orientabili. La quantità di binari e di luci è determinata dalla grandezza della vetrina; in ogni caso, è bene avere almeno un binario fissato al soffitto, mentre la soluzione più auspicabile è un sistema completo di binari che seguono tutto il perimetro della vetrina.

Illuminazione negozio: quali luci utilizzare

Per quanto riguarda le luci da utilizzare per le vetrine del tuo negozio, ci sono 3 opzioni principali:

  1. Luce calda o fredda che, grazie alla tecnologia LED, non scalda evitando di danneggiare i prodotti. Inoltre, è possibile cambiare la temperatura a seconda del capo esposto e dell’atmosfera che si vuole creare. Per luce calda si intende una luce che tende verso il giallo ambrato, mentre con luce fredda ci si riferisce alle scale cromatiche dal bianco all’azzurro;
  2. Luce diretta, con i faretti orientabili che permettono di puntare l’attenzione su un determinato oggetto, sottolineando le sue caratteristiche;
  3. Luce d’ambiente che, grazie ad una illuminazione più diffusa, permette di creare ambientazioni suggestive. Questo tipo di luce è perfetta per le vetrine scenografiche in cui si vuole raccontare una storia e far immergere il cliente in quell’atmosfera.

Faretti per vetrina: come sceglierli

La scelta dei faretti per vetrina è forse una delle imprese più difficili a cui è chiamato un negoziante come te, perchè in commercio ne esistono davvero tantissime tipologie.

Tuttavia, per semplificare il lavoro, è bene considerare alcune caratteristiche imprescindibili:

  • Luce Led; la scelta della tecnologia Led può essere un ottimo affare perchè garantisce elevate prestazioni con un consumo molto basso. Inoltre, i faretti per vetrina a Led richiedono meno assistenza rispetto a quelli comuni;
  • No raggi UV; è sempre bene che i faretti scelti per la vetrina scelti non emettano raggi UV perché potrebbero danneggiare alcuni prodotti come, ad esempio, gli abiti in licra che scoloriscono;
  • Orientamento; nell’acquistare i faretti per la vetrina è sempre meglio considerare i modelli orientabili o provvisti di braccio, così da poter modificare la direzione della luce a tuo piacimento;
  • Dinamicità; ci sono tantissime illuminazioni che possono variare intensità di luce e colore. Optare per faretti dinamici vuol dire attirare lo sguardo del cliente, differenziare l’immagine complessiva della vetrina e dare rilievo a determinati prodotti;
  • Resa cromatica; è bene optare per un colore della luce che abbia un’alta resa cromatica. Illuminazioni di questo tipo, infatti, consentono ai clienti di apprezzare perfettamente le tonalità dei prodotti attraverso la vetrina;
  • Risparmio energetico; scegli sempre faretti per vetrine a risparmio energetico, sia per poter risparmiare, sia perché tendono a non surriscaldarsi durante i mesi estivi.

Faretti ad incasso: l’ultima tendenza d’arredo

Oggi, nei negozi fashion retail, si ricorre sempre più spesso (soprattutto per motivi estetici) ad un sistema di illuminazione a scomparsa attraverso la costruzione di controsoffittature dotate di faretti ad incasso.

Se stai pensando di utilizzarle anche tu, ecco 5 cose che devi sapere sui faretti ad incasso:

  1. Sono discreti
    I faretti ad incasso riescono a svolgere la funzione di illuminare l’ambiente in maniera discreta grazie alle dimensioni ridotte ed al design ricercato. Essendo dei semplici punti luce, questi sono adatti ad ogni tipo di arredamento e riescono ad alleggerire l’ambiente rendendolo più fresco, accogliente ed invitante. La cosa alla quale bisogna prestare molta attenzione è il tipo di lampadina da adoperare, che deve essere adeguata all’intensità di luce che si desidera. Generalmente, si adoperano luci dai 25 ai 40 watt, anche a seconda della quantità di faretti installati nell’ambiente;
  2. Sono economici
    Il costo dei faretti ad incasso non è eccessivo, anche se dipende dalla tipologia. Si parte dai 20 € a salire, in linea con i prezzi dei lampadari o delle plafoniere tradizionali. Tuttavia, per risparmiare conviene comprarli online, in modo da approfittare di offerte speciali, sconti, promozioni ed avere una maggiore scelta;
  3. Sono leggeri
    Oltre che per i locali, i faretti ad incasso sono un’ottima soluzione per illuminare mensole, pensili, quadri e specchi. In tal senso, i faretti con luci a led sono perfetti, perché molto leggeri e facilmente applicabili su diverse superfici;
  4. Sono ecologici
    I faretti ad incasso hanno un’ottima resa energetica quindi, oltre all’aspetto estetico, sono perfetti anche sotto il profilo economico. Ad esempio, consumano quasi il 90% in meno rispetto a una lampada ad incandescenza e durano molto più delle luci alogene. Inoltre, hanno un minimo impatto ambientale grazie all’assenza di mercurio al loro interno; così, una volta esausti, possono essere smaltiti senza rischi;
  5. Sono sicuri
    Se stai pensando di applicare dei faretti sulle scale del tuo negozio, magari realizzate con un legno pregiato, esistono dei modelli calpestabili e resistenti all’acqua destinati proprio a questo uso. Tieni presente che i faretti calpestabili non possono superare la temperatura di 40°, quindi non c’è il rischio di ustioni o riscaldamenti tali da danneggiare o incendiare le strutture.
0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
Giuseppe Raiola Copywriter & Social Media Manager MagicStore

Scarica gratis il nostro nuovo Ebook


COME CREARE E LANCIARE UN FASHION E-COMMERCE DI SUCCESSO


Questo report ti permetterà di conoscere quali sono gli elementi più importanti da tenere in considerazione per creare e lanciare un fashion e-commerce di successo.

    Che ruolo svolgi in azienda? *

    TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

    Seleziona la provincia *

    Accetto l'informativa sulla privacy *   

    * = campi obbligatori

    La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

    Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: