Moda italiana in borsa: risultati mediocri per il 2014

558
Tempo di lettura articolo: 1 minuto

A quanto pare il 2014 è stato un anno nero per la moda italiana quotata a Piazza Affari. In 12 mesi giganti come come Yoox e Tod’s hanno avuto risultati terrificanti perdendo addirittura oltre il 40% del loro valore. Insomma anche l’alta moda in Borsa ha avuto un calo sostanziale, segno probabilmente di una crisi ancora presente. Storia a parte fa la moda francese e quella Statunitense che hanno avuto nel 2014 un leggero rialzo; eccezioni visto che le condizioni della moda italiana in Borsa sono diverse da quelle passate, ci sono piccole crescite ma i beni di lusso sono sempre meno utilizzati.

I maggiori cali della moda in borsa

Tra i risultati peggiori della moda italiana in borsa spiccano ditte come Tod’s che cala del 40,59%, Safilo del 37% e anche Moncler e Ferragamo che calano di circa il 30%. Aziende importanti come Piquadro si sono trovate in questo 2014 con cali del 20,74%.

Moda in borsa: cali lievi per Alberta Ferretti, Pollini e Moschino

Meno significativi sono i cali di altri marchi come Alberta Ferretti, Moschino e Pollini che hanno chiuso i primi nove mesi del 2014 con ricavi in lieve calo rispetto allo stesso periodo del 2013, esattamente 192,9 milioni di euro rispetto ai 193,3 milioni del 2014.

Le poche eccezioni

L’eccezione in fatto di moda in Borsa per i marchi italiani esiste, i titoli che hanno chiuso il 2014 in positivo sono Luxottica con un aumento del 16,53%, il gruppo tessile Ratti  con +10,6% e Geox con un piccolo rialzo del 1,64%.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Ti è piaciuto l'articolo?


Iscriviti gratis alla newsletter e ricevi in anteprima le nostre news su MODA E TENDENZE

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: