Motoabbigliamento.it trasforma i suoi clienti in “attori”: l’iniziativa originale da cui prendere spunto

335
Tempo di lettura articolo: 3 minuti

Motoabbigliamento.itIn questo periodo di lockdown piccoli e grandi brand hanno dovuto reinventare non solo la loro produzione, ma anche l’approccio al pubblico.

La stragrande maggioranza dei negozi fisici ha dovuto abbassare le saracinesche, quindi l’online è rimasto l’unico mezzo per restare in contatto con la propria clientela.

Motoabbigliamento.it, azienda leader nella vendita e nella distribuzione online e offline di accessori per moto, ha trovato un sistema davvero originale per trasformare i suoi stessi clienti in attori e testimonial del brand.

Questa iniziativa ha due chiavi di lettura. Da un lato Motoabbigliamento.it ha trovato un modo per coinvolgere i suoi clienti ed aiutarli a superare il difficile momento del lockdown. D’altro lato è stata un’intelligente mossa strategica commerciale, poiché l’azienda ha mantenuto alta la visibilità del brand in modo divertente e simpatico.

“Guerrieri della Strada”: così Motoabbigliamento.it risveglia l’amore per la moto dei centauri

A marzo ed aprile c’è stato il blocco stradale quasi totale, condizione che ha limitato la circolazione di auto ed anche di moto. Un vero peccato per i centauri, che proprio nel periodo primaverile generalmente rispolverano i loro destrieri a due ruote per lunghe e selvagge corse “on the road”.

Motoabbigliamento ha quindi pensato di lanciare sui social il programma “Guerrieri della Strada”, un modo originale e sicuramente non convenzionale per risvegliare la passione delle due ruote.

Ad ogni cliente è stato chiesto di registrare un video in compagnia della propria moto, senza ovviamente uscire di casa. Il messaggio da dare era: “Prima o poi torneremo a scorrazzare con le nostre moto, ma al momento non è ancora possibile. Nel frattempo accontentiamoci di quello che abbiamo”.

La risposta dei biker è stata massiccia ed ognuno di loro ha dato prova di grande creatività, a dimostrazione che tutti hanno un gran desiderio di tornare in sella ad una moto. Centinaia di biker hanno indossato guanti e casco e sono saliti sulle moto, alcune vere ed altre improvvisate. Poco importa che non potevano uscire di casa, ciò che contava era provare l’ebbrezza, anche se per pochi minuti, di cavalcare nuovamente una moto.

I videoclip dei centauri che si sono improvvisati attori e registi

I centauri hanno indossato le loro tute e hanno cavalcato qualsiasi oggetto potesse diventare una moto: un cavallo a dondolo, un tagliaerba, una cyclette, una bicicletta ecc. Ognuno ha dato fondo a tutta la sua creatività, trasformandosi all’occorrenza in regista ed attore ed inventando simpatiche clip e gag.

Altri hanno usato dei joystick come manopole, altri hanno simulato una corsa nel salotto di casa ed altri ancora si sono limitati a dei simpatici balletti intorno la loro moto come una sorta di danza tribale. Erano tutti messaggi di speranza, che infondevano vicinanza agli italiani da Nord a Sud, in modo particolare all’esercito dei biker. I video più simpatici sono stati raccolti in un’unica clip pubblicata sui social.

Questo è solo uno dei tanti esempi di come i grandi brand hanno fronteggiato l’emergenza Coronavirus, una situazione inaspettata che ha messo a dura prova la capacità di adattabilità e di “problem solving” di piccole, medie e grandi aziende.

Un’intelligente operazione di marketing

L’iniziativa lodevole di Motoabbigliamento.it era senza scopo di lucro, ed in un certo senso ha avuto una valenza sociale. L’obiettivo infatti era dare un po’ di svago ai centauri e coinvolgerli in un progetto non convenzionale per distrarsi un po’. In effetti nella fase 1 tutte le giornate si assomigliavano e le ore sembravano interminabili.

Al di là dell’aspetto sociale, bisogna sottolineare anche l’intelligente operazione di marketing, a dimostrazione che non necessariamente la vendita deve essere sempre l’obiettivo finale. Motoabbigliamento.it ha mostrato grande sensibilità e ha fornito comunque un servizio molto apprezzato, coinvolgendo i clienti in un’iniziativa simpatica che li ha fatti sentire parte integrante del progetto. La “brand identity” del marchio ne esce notevolmente rafforzata grazie ad un’iniziativa basata soprattutto sulle idee, piuttosto che su investimenti economici.

Sono queste le idee che piacciono ai consumatori, dalle quali bisogna trarre spunto ed ispirazione. Bisogna pensare fuori dagli schemi e, se serve, andare controcorrente. Il successo delle campagne di Diesel ad esempio è da ricercare proprio nelle idee fresche, innovative e a tratti rivoluzionarie che capovolgono il normale mondo del marketing.

Il consumatore rispetto a qualche anno fa non è passivo, ma diventa parte attiva. Non accetta più il prodotto confezionato così com’è, ma vuole essere protagonista del processo produttivo per sentire davvero suo l’articolo che acquista. Anche per questo motivo le aziende lavorano sempre più sul lato social, coinvolgendo i clienti e creando prodotti “ad hoc” secondo le loro specifiche esigenze.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica gratis il nostro nuovo Ebook


Scopri quali sono i cambiamenti più importanti che la situazione legata al Coronavirus ha portato nel mercato retail.


Ma, soprattutto, qual è la maniera migliore per utilizzarli a tuo vantaggio, permettendo alla tua azienda di crescere e tornare a guadagnare come e più di prima

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Seleziona la provincia *

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: