Come scegliere la musica di sottofondo migliore per il tuo negozio

5795
Tempo di lettura articolo: 3 minuti

Per progettare una buona shopping experience per il tuo cliente, un ruolo fondamentale lo svolge la musica di sottofondo.

La scelta va fatta a seconda dello stile della merce in vendita nel negozio e del target che si intende attirare.

La selezione del giusto sottofondo musicale deve essere in poche parole: “scientifica” e per nessun motivo al mondo affidata al caso.

Le grandi catene di negozi in franchising hanno delle direttive ben precise sulla musica di sottofondo da utilizzare nei punti vendita affiliati e sempre più spesso, nei franchising strutturati e ben organizzati, ci sono delle radio in-store, ossia dei canali radio aziendali che, oltre a diffondere musica di sottofondo in linea con la merce e i prodotti in vendita all’interno del punto vendita, pubblicizzano il marchio informando i clienti su eventuali promozioni e offerte speciali presenti all’interno del negozio.

LEGGI ANCHE: Come inventare una promozione in negozio

Musica di sottofondo, la normativa SIAE

Innanzitutto è giusto sapere che esiste una regolamentazione che disciplina la riproduzione, si tratta delle norme per la tutela del diritto di autore della SIAE. Tutti i locali che propongono musica sono tenuti a pagare un tributo, e non solo loro.

Per quanto sia un tema un po’ spinoso, anche gli altri esercizi pubblici e commerciali che prevedono la musica di sottofondo non sono esenti dalla tassazione, anche se in maniera molto più leggera: si tratta infatti di abbonamenti periodici, con compensi a seconda dell’apparecchiatura utilizzata per la diffusione.

I suoni della shopping experience

Esistono molti studi che dimostrano come la musica svolga un ruolo fondamentale nell’influire nei comportamenti delle persone.

Non si tratta dei famigerati “messaggi subliminali”, ma la scelta della giusta musica di sottofondo per il negozio sicuramente aiuterà il tuo cliente a sentirsi più a proprio agio, ed infine ad acquistare.

La musica giusta per ogni negozio

Ogni ambiente richiede una musica di sottofondo adeguata, correlata al target sul quale si è scelto di fare presa.

  • Per esempio per un negozio di moda Urban, principalmente rivolto ad una clientela giovane, una selezione hip-hop e r’n’b è quella più indicata;
  • mentre per un negozio di abbigliamento più classico, con una clientela più adulta, la selezione può variare da un pop leggero, al jazz o nel caso di punti vendita particolarmente “seriosi”, musica da camera o classica;
  • anche per i negozi sportivi può essere indicato l’hip-hop, ma anche elettronica.

A nostro parere è meglio evitare musica troppo martellante che può dare ansia al cliente, anche se in questi casi come è stato detto in precedenza, conta sempre il target a cui ti riferisci.

Se si riesce inoltre a far convergere la selezione con i tuoi gusti, è ancora meglio. Inoltre fai attenzione alle hit del momento che, secondo alcuni studi, distraggono il cliente spingendolo a non comprare; meglio inserire nel palinsesto musicale pezzi poco noti che al contrario, conciliano gli acquisti.

Le piattaforme più conosciute (ad abbonamento)

Scegliere il giusto sottofondo musicale può favorire la tua vendita e far sentire il tuo cliente più a suo agio; proponi quindi una giusta selezione, o nel caso puoi provare su alcuni siti come Jamendo e Soundreef che ti offrono la loro selezione, senza costi di copyright, pagando semplicemente un abbonamento.

Jamendo

La piattaforma Jamendo  ti permette di ascoltare musica senza incorrere in multe e sanzioni a prezzi molto accessibili: si parte da un abbonamento di € 4,99 per un locale fino a 51 metri quadrati, per arrivare ad un massimo di € 19,90 per un abbonamento di un locale fino a 1000 metri quadrati.

Puoi scegliere di ascoltare la musica di uno dei suoi 33 canali sia on-line (se disponi di un abbonamento internet), sia in modalità off-line.

I canali disponibili sono i più disparati, da selezionare a seconda del proprio target di riferimento e dei consigli che ti abbiamo dato nei paragrafi precedenti.

Puoi scegliere tra dance, musica italiana, pop, jazz, elettronica, rock, world, acustic, spiaggia, energizzante, orientale, cool e rilassato, natalizia, ritmi tranquilli, strumentale allegro, latino americano, fitness, country & folk.

Soundreef

Soundreef è un altra piattaforma che offre la musica di sottofondo per il tuo negozio senza dover pagare spese SIAE. Le tariffe variano in base all’abbonamento che si decide di intraprendere e, cosa molto importante, è che Soundreef ha un canale dedicato alla musica per negozi di abbigliamento, selezionandola in base al pubblico e al tipo di abbigliamento che viene venduto all’interno del punto vendita.

Soundreef funziona sia in streaming che su lettore mp3 o chiavetta USB. All’atto della sottoscrizione dell’abbonamento, Soundreef rilascia un certificato che attesta che il cliente non è tenuto a pagare i diritti alla SIAE o a SCF.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica gratis il nostro nuovo Ebook


Scopri quali sono i cambiamenti più importanti che la situazione legata al Coronavirus ha portato nel mercato retail.


Ma, soprattutto, qual è la maniera migliore per utilizzarli a tuo vantaggio, permettendo alla tua azienda di crescere e tornare a guadagnare come e più di prima

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Seleziona la provincia *

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: