IVA per cassa: perchè adottarla nella tua attività

1743
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

L’IVA per cassa è un regime particolare di gestione dell’Imposta sul Valore Aggiunto, introdotto dal Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83 per tutelare professionisti e piccoli imprenditori che hanno difficoltà a farsi pagare dai loro clienti (es. le imprese che lavorano quasi esclusivamente con la Pubblica Amministrazione).

Si tratta di un regime che prevede una contribuzione IVA differita: adottando questo sistema, l’azienda avrà l’obbligo di pagare l’imposta sul valore aggiunto solo al momento in cui riceve il pagamento della propria fattura. 

Ma chi può accedere al regime IVA per cassa? Quali sono le regole da seguire? 

Scopriamolo insieme in questo articolo. 

LEGGI ANCHE: Come aprire Partiva IVA

I vantaggi dell’IVA di cassa

Con il regime IVA per cassa le imprese possono godere di un indubbio vantaggio: grazie all’esigibilità differita non sono obbligate a pagare l’imposta sul valore aggiunto alla prima scadenza utile, quando cioè, con buona probabilità, ancora non è stato riscosso l’emolumento per i prodotti venduti.

In questo modo, l’imprenditore si trova nella condizione di dover anticipare il pagamento di una tassa su un compenso che non ha ancora incassato. 

Con il regime di IVA per cassa, invece, i tempi per il pagamento dell’imposta si dilatano, dando maggiori possibilità ai titolari di aver già riscosso quanto gli è dovuto senza dover anticipare alcunché.

Allo stesso tempo, oltre alla possibilità di detrarre l’imposta, si verifica una situazione di detraibilità con IVA sospesa, quindi, così come si sospende il pagamento IVA fino a riscossione della fattura, così viene rimandata la richiesta di detrazione fino al momento in cui non vengano saldate le fatture ricevute dai fornitori.

Chi può scegliere il regime di IVA per cassa 

L’IVA per cassa limiti riguarda il fatturato annuo dell’impresa che intende aderirvi. 

La normativa attualmente in vigore prevede che soltanto le imprese che abbiano un giro di affari non superiore ai due milioni di € all’anno possono usufruire di questa gestione dei pagamenti dell’imposta sul valore aggiunto

Dunque, chi fattura di più è automaticamente escluso.

Invece, non ci sono limitazioni per quel che riguarda l’oggetto dell’attività imprenditoriale: sia la vendita di beni/prodotti che la prestazione di servizi possono essere assoggettate al regime di IVA per cassa.

Non può accedere al regime agevolato chi già usufruisce di condizioni particolari per i pagamenti dell’imposta sul valore aggiunto né chi si trova in termini concorsuali quali fallimento o liquidazione dell’attività.

L’adesione al regime va espressa volontariamente: lo si può fare al momento della dichiarazione IVA, ma la scelta può essere compiuta anche su operazioni singole. 

L’opzione dura tre anni, con successivo rinnovo annuale, ma può essere revocata qualora si ravvisi che non sussistano più le condizioni per usufruirne, ad esempio in caso di superamento del limite di fatturato. 

Chi sceglie il “cash accounting” dovrà, inoltre, riportare sulle ricevute fiscali emesse l’annotazione che si tratta di una “fattura IVA per cassa”.

Esistono anche dei limiti di tempo che riguardano il pagamento dell’IVA con esigibilità differita; infatti, non è consentito andare oltre il periodo massimo di un anno dal momento dell’effettuazione della prestazione o della cessione del bene.

Entro questo lasso di tempo, l’IVA dev’essere versata o portata in detrazione, indipendentemente dal fatto che la fattura sia stata o meno saldata. 

Al regime di IVA per cassa, i professionisti e i lavoratori autonomi possono aderire al pari di qualsiasi altra attività imprenditoriale.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
Giuseppe Raiola Copywriter & Social Media Manager MagicStore

Scarica gratis il nostro nuovo Ebook


COME CREARE E LANCIARE UN FASHION E-COMMERCE DI SUCCESSO


Questo report ti permetterà di conoscere quali sono gli elementi più importanti da tenere in considerazione per creare e lanciare un fashion e-commerce di successo.

    Che ruolo svolgi in azienda? *

    TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

    Seleziona la provincia *

    Accetto l'informativa sulla privacy *   

    * = campi obbligatori

    La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

    Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: