Regime di IVA per cassa

243

L’IVA per cassa è un regime particolare di gestione dell’IVA  – Imposta sul Valore Aggiunto – che può essere adottato da determinate tipologie di impresa e che richiede l’apposizione di una dicitura precisa al momento dell’emissione delle fatture.

Si tratta in pratica di un regime che prevede una contribuzione IVA differita: adottando questo sistema, l’impresa avrà l’obbligo di pagare l’imposta sul valore aggiunto solo al momento in cui riceve il pagamento della propria fattura. Esistono in ogni caso dei limiti di tempo che riguardano il pagamento dell’IVA con esigibilità differita. Infatti non è consentito andare oltre il periodo massimo di un anno dal momento dell’effettuazione della prestazione o della cessione del bene. 

I vantaggi dell’IVA per cassa 

Con il regime IVA per cassa l’impresa gode di un indubbio vantaggio. Grazie alla prevista esigibilità differita non si è obbligati a pagare l’imposta sul valore aggiunto alla prima scadenza utile, quando, con buona probabilità, ancora non è stato riscosso l’emolumento per le prestazioni erogate o i prodotti venduti.

In questo modo, l’imprenditore si trovava nella spiacevole condizione di dover anticipare il pagamento di una tassa su un compenso che non aveva ancora incassato. Con il nuovo regime di IVA per cassa, invece, i tempi per il pagamento dell’imposta si dilatano, dando maggiori possibilità all’imprenditore di aver già riscosso quanto gli era dovuto e non mettendolo dunque nelle condizioni di dover anticipare alcunché. Questo vale per quanto riguarda il pagamento dell’IVA.

Sull’altro versante, quello della possibilità di detrarre l’imposta, si verifica una situazione di detraibilità IVA sospesa: così come si sospende il pagamento IVA fino a riscossione della fattura, così viene rimandata la richiesta di detrazione fino al momento in cui non vengano saldate le fatture ricevute dai fornitori.

Chi può scegliere il regime di IVA per cassa 

Il regime di IVA per cassa ha limiti per quel che riguarda il fatturato annuo dell’impresa che intende aderirvi. La normativa attualmente in vigore prevede che soltanto le imprese che abbiano un giro di affari non superiore ai due milioni di euro all’anno possano usufruire di questa gestione dei pagamenti dell’imposta sul valore aggiunto. Dunque, chi fattura più di due milioni di euro annualmente, è automaticamente escluso.

Non ci sono, invece, limitazioni per quel che riguarda l’oggetto dell’attività imprenditoriale: sia la vendita di beni e prodotti, sia la prestazione di servizi sono attività che possono essere assoggettate al regime di IVA per cassa.

Non può accedere al regime agevolato chi già usufruisce di condizioni particolari per i pagamenti dell’imposta sul valore aggiunto, né chi si trovi in condizioni speciali, quali fallimento o liquidazione dell’attività.

L’adesione al regime va in ogni caso dichiarato: lo si può fare al momento della dichiarazione IVA, e la scelta può essere fatta anche su operazioni singole. L’opzione può poi essere revocata qualora si ravvisi che non sussistano più le condizioni per usufruirne, ad esempio in caso di superamento dei due milioni di fatturato. 

Resta fermo il limite di un anno dal momento della prestazione del servizio o della cessione di beni: entro questo tempo, l’IVA deve essere versata o portata in detrazione, indipendentemente dal fatto che la fattura sia stata o meno saldata. 

Al regime di IVA per cassa, i professionisti e i lavoratori autonomi possono aderire al pari di qualsiasi altra attività imprenditoriale: in effetti si tratta di un regime di particolare vantaggio pensato per quelle attività con un giro di affari limitato, che spesso soffrono di pagamenti differiti e imposizioni di tasse anticipate sugli incassi. Liberi professionisti e lavoratori autonomi rientrano a pieno in questa categoria d’imprese.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Titolari di Negozi di Abbigliamento come te per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite in modo automatico.

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Ho letto e acconsento l'informativa Privacy Policy *

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: