Retail mix marketing: cos’è e quali sono le leve su cui spingere

274
Tempo di lettura articolo: 3 minuti

Cos'è il retail mix marketingSe sei un negoziante, sapere cos’è il retail mix marketing e quali sono le leve principali ti sarà sicuramente utile per spingere le vendite in un negozio.

Come puoi intuire dal nome, devi individuare e mixare sapientemente le leve di marketing per soddisfare tutte le esigenze dei tuoi clienti, rendendo il tuo punto vendita accattivante ed accogliente per una piacevole esperienza d’acquisto.

Tutti gli ingredienti del retail mix marketing devono amalgamarsi tra di loro, per un risultato finale coerente secondo le tue aspettative. Le leve che analizziamo nei seguenti paragrafi sono: prodotto, punto vendita, promozione, prezzo, presentazione e personale.

Cos’è il retail mix marketing: il prodotto, la prima leva su cui spingere

Un negozio per funzionare deve vendere prodotti di qualità, che siano però pertinenti al target di pubblico a cui ti riferisci. In pratica devi vendere il prodotto giusto, al pubblico giusto ed al momento giusto.

Per fare ciò devi spingere molto sulla vendita personalizzata al dettaglio, cioè capace di intercettare le richieste, le esigenze e le necessità della tua clientela.

Altro concetto importante è quello della specializzazione, nel senso che i tuoi prodotti devono avere un segno distintivo per differenziarsi dalla massa. Ad esempio puoi puntare su articoli di nicchia, artigianali, di lusso o ecosostenibili.

In questo modo potrai dare un’identità precisa al tuo brand ed inviare un messaggio chiaro ai clienti, così da targettizzarli in modo opportuno per le tue campagne di marketing e comunicazione.

Il punto vendita

Spesso erroneamente sottovalutato, il punto vendita incide in maniera notevole sul successo o sull’insuccesso del negozio. Se ad esempio vendi prodotti di nicchia, difficilmente reperibili in negozi generici, i tuoi clienti saranno disposti a percorrere qualche chilometro in più per raggiungerti. In tal caso la location può sorgere anche in periferia o lontano dal centro cittadino.

Se invece i tuoi prodotti puntano sull’acquisto d’impulso e sulla vendita emotiva, allora è opportuno che il tuo negozio sorga in una zona ad alto passaggio, quindi in centro, per attirare quante più persone possibili.

Altro aspetto da considerare: se il tuo negozio sorge in un centro cittadino, è consigliabile avere a disposizione un parcheggio per i clienti. Traffico e ricerca del parcheggio sono elementi che spesso scoraggiano i consumatori.

Promozione

La promozione è strettamente collegata al target della tua clientela ed esistono diverse tecniche. Devi capire qual è la forma di pubblicità più idonea, in base ai prodotti che vendi ed alle abitudini dei tuoi clienti.

Si tratta di un aspetto fondamentale che richiede anche un investimento importante. Prima di individuare la forma di pubblicità che preferisci, stila un budget ben definito per le tue campagne di marketing. In questo modo puoi ottimizzare le risorse a disposizione, senza spese inutili o eccessive.

Prezzo

Il prezzo è un’altra leva su cui spingere ma bisogna prestare grande attenzione. I consumatori ovviamente mirano al risparmio, quindi devi adottare politiche di prezzi competitivi.

Attenzione però: competitivi non vuol dire stracciati. Prezzi troppo bassi potrebbero dare una percezione di scarsa qualità del prodotto. Al contrario, un prezzo tendenzialmente alto, aumenta la percezione del valore di quell’articolo.

Il prezzo deve essere perfettamente bilanciato tra valore effettivo del prodotto, profitti che intendi raggiungere e aspettative dei clienti. Assicurati inoltre che i prezzi siano ben visibili e, soprattutto in tempo di saldi, corrispondenti alla percentuale di sconto indicata.

Ai consumatori non piace essere presi in giro quindi, se si accorgono che hai fatto il “furbo” con gli sconti in periodi di saldi, molto probabilmente non entreranno più nel tuo negozio. L’onestà e la trasparenza ripagano sempre.

Presentazione

Quando si parla di presentazione, si fa riferimento principalmente al visual merchandising, uno strumento potentissimo nelle mani dei negozianti.

In tale contesto entra in scena il marketing sensoriale, che gioca proprio sui 5 sensi dei consumatori per invogliarli all’acquisto.

Il visual merchandising è un mondo molto vario che non comprende solo le vetrine, ma anche gli allestimenti, la musica, i profumi ecc.

Deve quindi creare la cornice ideale per presentare il prodotto nei migliore dei modi, esaltandone e valorizzandone i punti forti e massimizzandone il valore percepito, ma anche ottimizzare l’immagine in generale del negozio.

Cos’è il retail mix marketing: l’ultima leva, il personale

L’ultima leva da analizzare è il personale di vendita, che deve avere una serie di competenze ed abilità che riguardano sicuramente la vendita, ma non solo.

I dipendenti devono essere gentili e capaci di rispondere in modo professionale alle domande dei clienti, sciogliendo ogni dubbio.

Inoltre devono essere in grado di empatizzare e capire il consumatore. Esistono varie tipologie di clienti, quindi il venditore di volta in volta deve adottare le giuste tecniche e strategie, per condurre la trattativa efficacemente e concludere con successo la vendita.

Ora che conosci tutti gli ingredienti del retail mix marketing, devi amalgamarli perfettamente tra di loro, secondo le tue aspettative, per una ricetta di successo ed apprezzata.

Fonte foto: Pixabay

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica gratis il nostro nuovo Ebook


COME CREARE E LANCIARE UN FASHION E-COMMERCE DI SUCCESSO


Questo report ti permetterà di conoscere quali sono gli elementi più importanti da tenere in considerazione per creare e lanciare un fashion e-commerce di successo.

    Che ruolo svolgi in azienda? *

    TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

    Seleziona la provincia *

    Accetto l'informativa sulla privacy *   

    * = campi obbligatori

    La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

    Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: