Saldi Estivi 2019: calendario Regionale con date di inizio e fine

176
Tempo di lettura articolo: 1 minuto

La tanto attesa stagione dei Saldi Estivi 2019 è iniziata, ed anche con leggero anticipo: ad aprire le danze è la Campania, dove gli sconti sono cominciati il 29 giugno.

Seguono Sicilia e Basilicata. Di seguito è riportata una tabella mostrante, per regione, date di inizio e fine dei saldi:

RegioneData Inizio Data Fine
Abruzzo6 luglio29 agosto
Basilicata2 luglio 2 settembre
Campania29 giugno28 agosto
Calabria6 luglio 1° settembre
Emilia Romagna6 luglio 30 agosto
Friuli-Venezia Giulia6 luglio 30 settembre
Lazio6 luglio 15 agosto
Liguria1° luglio 14 agosto
Lombardia6 luglio3 settembre
Marche6 luglio 1° settembre
Molise6 luglio 30 agosto
Piemonte6 luglio 26 agosto
Puglia6 luglio 15 settembre
Sicilia1° luglio 15 settembre
Toscana6 luglio 30 agosto
Umbria6 luglio 30 agosto
Veneto6 luglio 31 agosto
Valle d'Aosta6 luglio 20 agosto
Sardegna6 luglio 30 agosto
Provincia autonoma di Bolzano 5 luglio 17 agosto

Come indica la tabella, a concludere il giro sarà il Friuli-Venezia Giulia, dove i saldi si chiuderanno il 30 settembre.

Perché i saldi sono cominciati con leggero anticipo?

A causa delle frequenti piogge in primavera, le vendite hanno subito un calo del 30%: le famiglie italiane hanno, infatti, scelto di rinviare i propri acquisti ai mesi caldi; da qui la scelta di iniziare ad applicare le scontistiche in anticipo (l’anno scorso, in tutta Italia, i saldi sono cominciati sabato 7 luglio).

Secondo le ultime stime, 15,6 milioni di famiglie faranno acquisti quest’estate, per un totale stimato di circa 3,5 miliardi di euro.

Consigli per gli acquirenti

Per evitare di incappare in situazioni spiacevoli, ricordati di:

  • Conservare lo scontrino: qualora un capo dovesse risultare difettoso, il possesso dello scontrino obbliga il commerciante a rendere il capo o cambiarlo. Hai due mesi di tempo per denunciare il difetto;
  • Diffidare degli sconti superiori al 50 %: spesso dietro queste percentuali così alte si celano prodotti non “freschi”, o prezzi falsi;
  • Diffidare dei capi che possono essere solo guardati, e non provati;
  • Prestare attenzione al cartellino: è obbligatorio indicare, sul cartellino del capo: prezzo vecchio, percentuale di sconto applicata e prezzo risultante. Diffidare dai capi i cui cartellini non posseggono tutte queste informazioni.

Fonte dell’immagine: pixabay

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Ti è piaciuto l'articolo?


Iscriviti gratis alla newsletter e ricevi in anteprima le nostre news su MODA E TENDENZE

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: