Strategie omnicanale: cosa sono e perché utilizzarle

101
Tempo di lettura articolo: 5 minuti

Qualche anno fa, fare shopping voleva dire uscire di casa e recarsi in negozio, scegliere il capo che si desiderava, provarlo e, infine, pagare.

Oggi non è detto che una situazione del genere si verifichi così facilmente, dal momento che il modo di acquistare delle persone è profondamente cambiato.

Il motivo è la sempre maggiore diffusione del commercio online e degli smartphone, che hanno portato un numero crescente di utenti a fare shopping tramite web ed applicazioni apposite, preferendolo al punto vendita classico per la comodità, la libertà e l’ampia scelta a disposizione.

Di conseguenza, per un’attività che si limita a vendere solo nel negozio fisico, ciò significa perdere un’enorme fetta di potenziali clienti.

Così, per mettersi al passo con i tempi e far si che le evoluzioni del mercato non influiscano negativamente sui i tuoi affari, l’unica cosa da fare è riuscire ad assecondare i gusti del pubblico offrendo un’esperienza d’acquisto che mette in collegamento punto vendita reale e digitale.

Questo è possibile con l’attuazione di strategie omnicanale, che permettono alle aziende fashion retail di rielaborare il modo di presentare se stesse e i propri prodotti per connettersi al target di riferimento, riuscendo a soddisfare i loro bisogni per adattarsi, in maniera efficace, alle nuove tendenze del settore.

Ma cosa sono le strategie omnicanale?

E perché è così importante utilizzarle per la tua azienda?

Cos’è l’ominicanalità

Per omnicanalità s’intende la strategia di marketing che consente agli utenti di realizzare il proprio processo d’acquisto tramite diversi canali di vendita, sia fisici che digitali, collegati tra di loro, in modo da offrire un’esperienza integrata e dinamica.

In pratica, attraverso le strategie omnicanale, il cliente può utilizzare, in maniera simultanea, tanto le vie d’acquisto online quanto quelle offline.

Queste, impiegate in maniera strategica, organizzata e, soprattutto, collegata, da parte dell’azienda, valorizzano sia i vantaggi fisici ed interpersonali del negozio che quelli legati all’utilizzo delle tecnologie più innovative, permettendo all’utente un maggiore coinvolgimento, per vivere un’esperienza d’acquisto a misura delle sue esigenze.

Tutto ciò alla scopo di creare ed attrarre un consumatore più motivato e, per questo, più pronto ad acquistare.

Ma quali sono le caratteristiche dell’omnicanalità?

Rispetto alle altre, gli elementi che contraddistinguono questo tipo di strategia sono:

  • una concezione ed una gestione dei canali di distribuzione unitario, interattivo ed interdipendente, in modo che tutto funzioni in simbiosi e ci sia un totale allineamento tra l’immagine aziendale, il lavoro dei dipendenti e il servizio offerto ai potenziali clienti
  • un approccio dinamico al consumatore, che richiede un monitoraggio costante e in tempo reale delle evoluzioni nei comportamenti d’acquisto e nelle risposte alle iniziative presentate
  • la predisposizione di strumenti adeguati, che permettono all’azienda di sfruttare ed assecondare il fenomeno dell’omnicanalità e i processi d’acquisto
  • una serie di decisioni organizzative e di investimento che garantiscono il forte impatto di questa strategia sia sul settore che sulla concorrenza
  • l’impiego di indicatori di prestazione e sistemi di monitoraggio adeguati al nuovo contesto, quindi, diversi da quelli utilizzati finora.

I vantaggi di una strategia omnicanale

Ci sono 3 principali vantaggi offerti da una strategia omnicanale alle aziende fashion retail:

  1. una definizione più precisa del profilo demografico, psicografico e comportamentale del cliente tipo, la “buyer persona”, che porta ad un miglioramento della targetizzazione del proprio pubblico e alla possibilità di studiare e mettere in campo azioni di marketing specifiche, create sulle reali esigenze dei potenziali clienti, ottimizzando le performance aziendali e riducendo lo spreco di risorse utili, su tutte tempo e denaro
  1. l’abbattimento delle barriere temporali e geografiche, che permettono all’utente di acquistare ovunque si trova e in qualsiasi momento, senza sottostare né alla localizzazione dell’azienda né agli orari e ai giorni di apertura e chiusura del negozio. Questo aspetto da all’impresa la possibilità di valorizzare i propri punti di forza e distinguersi dalla concorrenza, sia come reputazione che come organizzazione del lavoro, con lo sviluppo di attività integrate, per il raggiungimento di un unico obiettivo. Tuttavia, oltre a creare una struttura aziendale solida e coesa, l’uso di differenti canali fa in modo che questi si trascinano l’un l’altro, così un eventuale calo di un canale viene sorretto dalla struttura affiancata; quello che sta accadendo attualmente tra negozio fisico e online
  1. la creazione di relazioni più profonde con i clienti perché gli utenti, oggi, ricercano non solo aziende che soddisfano i loro bisogni con un prodotto/servizio, ma quelle che sanno comportati come delle persone reali, che sanno consigliarli e seguirli durante tutto il processo d’acquisto, che comunichino con loro nel tempo, che gli fanno conoscere le ultime novità del mercato ed hanno un ruolo concreto nelle loro vite personali. Questo permette di creare una customer experience unica, che aumenta il loro grado di fidelizzazione.

Tutto ciò da all’azienda la possibilità di centrare il suo obiettivo più importante: vendere di più e meglio, senza affrontare noiose problematiche, in particolare nella fase post-vendita.

Come creare una strategia omnicanale

Ma come si crea nella realtà una strategia omnicanale?

Tutto parte da un processo di evoluzione culturale e di miglioramento delle competenze di coloro che operano all’interno dell’azienda, che gli permette di approcciare perfettamente al mondo del digitale.

In tal senso, è importante creare una Direzione Generale centrale, con una visione d’insieme capace di orchestrare e coordinare l’opera dei singoli reparti.

Una volta fatto ciò, è possibile passare al lato pratico, mettendo in atto una strategia capace di realizzare una customer experience unica, che integra i servizi online con quelli del negozio fisico e viceversa.  

Esistono diversi strumenti per fare ciò;  quelli più utilizzati al momento sono: app per smartphone che permettono ai clienti di scegliere, ordinare e pagare il proprio acquisto per poi ritirarlo direttamente in negozio evitando la fila, visibilità online degli stock disponibili nel punto vendita, servizio clienti integrato, giochi virtuali tramite totem, che fanno vincere degli sconti, fino all’ultima tendenza, quella basata sulla realtà virtuale e aumentata per accedere a contenuti digitali in store e non solo.

Per attuare una strategia di successo, è necessario sviluppare una presenza online adeguata alle esigenze degli utenti, che si aspettano sempre molto dalle aziende presenti in rete, in termini di user experience e servizi offerti; solo rispondendo in maniera adatta alle loro aspettative, è possibile giocare un ruolo da leader sul mercato digitale.

Per questo motivo, assume un ruolo strategico investire sulla creazione di siti web altamente usabili, che permettono di creare modelli personalizzati di prodotti, realizzati seguendo le migliori tecnologie, che siano ben visibili da qualsiasi dispositivo utilizzato e garantiscano così una customer experience unica.

Tutto ciò può essere fatto anche con una presenza costante ed importante tanto nelle community quanto sui social network per connetterti con gli utenti ed ascoltare, interagire e condividere con loro contenuti di qualità, capaci di emozionare, informare ed istruire.

Presta molta cura alle redazioni editoriali, in prima persona o, se non puoi farlo, affidandoti ad esperti del settore.

Realizzare strategie omnicanale efficaci, inoltre, richiede la necessità di dotarsi di strumenti di monitoraggio per connettersi in maniera efficace con gli utenti, profilare e monitorare i loro comportamenti d’acquisto, nei luoghi fisici e digitali che frequentano prima, durante e dopo l’acquisto, in modo da intercettare rapidamente le opportunità offerte per fare, ad esempio, up-sell e cross-sell o rispondere con precisione alle loro aspettative in termini di assistenza durante il processo d’acquisto.

Negli ultimi tempi, le strategie omnicanale sono diventate uno dei temi più importanti sui quali si muovono le aziende fashion retail.

L’integrazione tra canali online e offline è la strada che stanno seguendo parecchi imprenditori per creare un unico ecosistema di brand ed una retail experience inimitabile, capace di rispondere in maniera adeguata alle aspettative del consumatore moderno.

Perché oggi, adottare una strategia del genere è fondamentale per elaborare strategie di marketing volte all’integrazione e alla piena soddisfazione dei bisogni dei potenziali clienti, per aumentare il loro livello di conoscenza e fidelizzazione nel brand e, di conseguenza, spingerli ad acquistare e spendere sempre di più.

Questo, a patto di non improvvisare in un’attività così importante o creare una strategia soggettiva, ma avere alla base dati sufficienti per lavorare, con una pianificazione accurata ed un coordinamento chiaro ed univoco tra i diversi canali, per sfruttarli al massimo delle loro potenzialità.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dai Titolari di Negozi di Abbigliamento come te per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite in modo automatico.

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Ho letto e acconsento l'informativa Privacy Policy *

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: