Usare lo smartphone come un POS: i dispositivi presenti sul mercato

2817
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Da poco è entrata in vigore la legge che obbliga tutti gli esercenti ad accettare le carte di credito e bancomat e proprio per rendere più facili le transazioni anche a coloro che non possiedono il POS, ecco che si evolvono i sistemi che permettono di usare lo smartphone come un POS tramite i sistemi Near Field Communication (NFC).

Il vantaggio di questi sistemi è innanzitutto il tutto il risparmio; le aziende che offrono i dispositivi per il pagamento con il cellulare sono tante e tutti con prezzi concorrenziali.

In secondo luogo usare lo smartphone come POS ci permetterà di non portare i soldi in tasca ed evitare così di cercare carte di credito e bancomat e quindi, fare acquisti in pochi secondi. 

Vediamo nel dettaglio come usare lo smartphone come POS e quali sono i dispositivi associabili.

Come funzionano i dispositivi per usare lo smartphone come un POS

Il meccanismo per l’utilizzo è semplicissimo, all’interno dello smartphone viene inserita una sim che a distanza ravvicinata permette di effettuare pagamenti.

Ovviamente il cellulare dev’essere associato tramite bluetooth ad uno strumento che permetta la transazione a circuiti come VISA e Mastercard.

Dopo l’associazione tra i due dispositivi sarà necessario inserire sullo smartphone un pin ma solo se le  spese superano i 25 euro.

Se la transazione andrà a buon fine il cellulare rilascerà un segnale sonoro o luminoso.

Di seguito gli strumenti più utilizzati in commercio.

Move and Pay

Move and Pay è uno dei dispositivi per usare lo smartphone come pos più usato ed è venduto da Intesa Sanpaolo.

Si collega via bluetooth a smartphone e anche a tablet e ad oggi utilizza il circuito nazionale PagoBancomat e tutti gli altri tramite circuito internazionale.

Ci sono poi dei costi fissi e delle commissioni sulle transazioni.

I costi fissi consistono in un canone mensile di 15 euro (e di 1,90 euro se ci si fa inviare l’estratto conto), mentre le commissioni variano dall’1,8% con PagoBancomat, 2,5% con Visa, MasterCard, Maestro, VPay (carte di debito).

I costi aumentano leggermente (2,6%) se si utilizzano carte di carte di credito.  

Sumup

Sumup è molto conosciuto perchè è il dispositivo meno costoso. Ha 3 tipologie di dispositivi, con fasce di prezzo che variano dai 39 ai 199 euro (una tantum) e 1,95% di commissioni ed è l’unico che non necessita di tastierino, si può tranquillamente usare il tastierino del cellulare tramite mobile app.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica gratis il nostro nuovo Ebook


Scopri quali sono i cambiamenti più importanti che la situazione legata al Coronavirus ha portato nel mercato retail.


Ma, soprattutto, qual è la maniera migliore per utilizzarli a tuo vantaggio, permettendo alla tua azienda di crescere e tornare a guadagnare come e più di prima

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Seleziona la provincia *

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: