Valorizzazione Marchi Storici

137
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Il MISE (“Ministero dello sviluppo economico”) ha stanziato un fondo di 4 Milioni e mezzo di euro, spettante alle PMI (micro, piccole e medie imprese) le cui domande di deposito siano antecedenti al 1° Gennaio 1967.

Le aziende rientranti nella categoria possono ricevere agevolazioni in conto capitale per consulenze di vario genere, spese di supporto e l’acquisto di beni di produzione.

Trattasi di importi che oscillano tra i 30 e i 65 mila euro, a seconda delle tipologie di costo, e che possono coprire un’ampia percentuale delle spese ammissibili. 

La possibilità di agevolazione è aperta da Aprile 2017. Il bando verrà chiuso ad esaurimento risorse. 

Di seguito è riportato, in maniera accurata, chi sono i soggetti di riferimento; quali sono i benefici e le tipologie di costo; modulistica e link ufficiali. 

Chi può essere definito Marchio Storico?

Possono fare domanda soggetti quali “PMI”, le cui domande di deposito siano antecedenti al 1° Gennaio 1967 e, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • Avere una dimensione di micro, piccola o media impresa, così come definita dalla Raccomandazione 2003/361/CE del 6 maggio 2003 e dal Decreto del Ministro delle Attività Produttive del 18 aprile 2005 e s.m.i.;
  • Avere sede legale e operativa in Italia;
  • Essere regolarmente costituite, iscritte nel Registro delle Imprese e attive;
  • Non essere in stato di liquidazione o scioglimento e non essere sottoposte a procedure concorsuali;
  • Non avere nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’art. 67 della vigente normativa antimafia (D. Lgs. n. 159/2011 e s.m.i.).

Cita, inoltre, il documento ufficiale: La presente misura agevolativa non si applica alle imprese escluse dagli aiuti de minimis, ai sensi dell’art.1 del Regolamento (UE) 1407/2013.

Non possono inoltre essere ammesse alle agevolazioni di cui al presente Bando le imprese che abbiano procedimenti amministrativi in corso connessi ad atti di revoca per indebita percezione di risorse pubbliche.

Benefici e tipologie di costo del progetto

Le agevolazioni coprono differenti spese ammissibili e importi massimi in base alle tipologie di costo. Nello specifico: 

  • Per le spese di supporto: fino all’80 % delle spese ammissibili, con un importo massimo di 15.000 €;
  • Per le spese di valorizzazione produttiva e commerciale del marchio: fino all’80 % delle spese ammissibili, con un importo massimo di 65.000 €; 
  • Per le spese relative all’acquisto di beni produttivi: fino al 50 % delle spese ammissibili, con un importo massimo di 30.000 €. 

Dove per beni produttivi si intendono macchinari, hardwares, softwares e tecnologie digitali ad uso produttivo. 

Modulistica e link ufficiali

È possibile presentare domanda compilando il form presente negli allegati di questa pagina. A questo link, invece, è presente il bando ufficiale.

Fonte immagine: sito ufficiale dell’iniziativa

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dagli Imprenditori del settore Fashion per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite grazie al web.

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: