Vendere online su Amazon conviene anche a chi ha un negozio fisico: ecco perché

185
Tempo di lettura articolo: 3 minuti

Vendere online su AmazonLa vendita online rappresenta il futuro, ma ormai anche il presente. Oggi in Italia ci sono quasi 29 milioni di consumatori online, 1,3 dei quali da attribuire all’epidemia da Covid-19 che ha spinto le persone a preferire gli acquisti sul web piuttosto che nei negozi fisici.

La tendenza ad acquistare online è evidente già da diverso tempo, perciò vendere su Amazon rappresenta un’opportunità anche per chi ha un negozio fisico.

I gestori di negozi ed i titolari di attività, con una visione piuttosto tradizionale, tendono a vedere Amazon come un nemico.

Partendo dal presupposto che il negozio fisico deve essere comunque il cuore pulsante della tua attività, in realtà Amazon non va demonizzato, poiché può tranquillamente coesistere con l’attività offline ed offrire una serie di vantaggi tangibili ed immediati.

Nei seguenti paragrafi ti spiego perché vendere su Amazon conviene, quali sono i vantaggi e le modalità di vendita.

Vendere online su Amazon: il modo migliore per debuttare sul web

Essere fuori dal web oggi è anacronistico, poiché rischi di perdere tante opportunità per farti conoscere e conquistare nuovi clienti. Una possibile soluzione potrebbe essere l’e-commerce, ma i costi da sostenere sono piuttosto alti sia a livello burocratico e normativo che a livello logistico.

Oltre alle spese di manutenzione del sito, devi anche gestire il magazzino dei prodotti. Si calcola che addirittura il 60% degli ecommerce è irregolare, a dimostrazione della sua complessità.

Non voglio dire che gli e-commerce siano da scartare, anzi, ma richiedono comunque un investimento importante ed un impegno costante. Perciò vendere su Amazon come negozio rappresenta una valida soluzione, poiché non devi investire in campagne pubblicitarie per farti conoscere e fidelizzare il cliente. In tal senso, Amazon rappresenta già una garanzia.

Un altro vantaggio derivante dal marketplace è la cosiddetta pubblicità indiretta. Se un cliente apprezza i tuoi prodotti, potrebbe anche accedere al tuo sito ed al profilo social della tua azienda per conoscerne meglio l’attività.

É quindi importante curare anche il packaging del prodotto, aggiungendo i riferimenti del proprio negozio ed inserendo magari un piccolo omaggio. Al prossimo acquisto il cliente non avrà più bisogno di Amazon, ma acquisterà direttamente dal tuo e-commerce o nel tuo negozio fisico.

Gestione della logistica: un bel taglio dei costi

Come già accennato precedentemente, se hai un’attività online devi gestire la logistica che ha costi piuttosto importanti. Secondo le opinioni di chi vende su Amazon, delegare il servizio di logistica del marketplace per la spedizione del prodotto e la gestione della post vendita è un grande vantaggio economico e pratico.

Può essere molto utile capire come vendere su Amazon Prime, un servizio che fidelizza ancora di più il cliente. Un consumatore che acquista su Amazon Prime sa bene che la vendita, dalla spedizione all’assistenza fino all’eventuale reso, viene gestita totalmente da Amazon.

L’opzione Amazon Prime riserva inoltre una vetrina privilegiata ai tuoi prodotti, che quindi hanno una maggiore visibilità e possibilità di essere acquistati. In tale ottica devi capire come creare la scheda prodotto perfetta su Amazon, migliorandone così anche il posizionamento.

Vendere su Amazon con il servizio FBA (Fulfilment by Amazon, cioè il servizio di logistica del marketplace) comporta naturalmente dei costi in più, relativi alle commissioni ed alle tariffe per lo stoccaggio e la gestione della merce. Inoltre possono essere spediti prodotti non superiori a determinate dimensioni e non si può procedere alla personalizzazione del pacco.

Liberare il magazzino e ridurre i rischi di invenduto

Sia nei negozi fisici che negli e-commerce, ogni venditore ha necessità di far ruotare i prodotti del magazzino. Lo stoccaggio innanzitutto rappresenta un costo, inoltre i prodotti invenduti troppo a lungo rischiano di deprezzarsi e perdere di valore.

Le vendite su Amazon possono quindi essere incrementate con sconti e promozioni in prossimità di eventi speciali (Black Monday, San Valentino, Natale ecc.). In alternativa puoi creare offerte-lampo, con una validità di poche ore, per vendere i prodotti in scadenza o che giacciono da tempo nel magazzino.

Magari non farai guadagni stellari, ma almeno recupererai parte del valore della merce che altrimenti sarebbe andato perduto. Prezzi ridotti possono abbassare anche il valore percepito dei tuoi prodotti, quindi i clienti associano il tuo negozio ad un brand di qualità ma dai prezzi convenienti.

Vendere online su Amazon: espandi i tuoi confini verso altri mercati

Se hai intenzione di vendere all’estero devi creare un’e-commerce multilingue, un’operazione che richiede naturalmente dei costi. Amazon invece ti spalanca le porte potenzialmente di tutti i mercati mondiali, occupandosi personalmente della gestione delle spedizioni e del supporto clienti.

Il “made in Italy” tira ancora tantissimo e non è facile trovare prodotti italiani nei paesi esteri. Perciò l’online, in particolare Amazon, è un’ottima opportunità per estendere la propria attività e conquistare nuovi mercati a prezzi competitivi e con un ritorno praticamente assicurato.

Fonte foto: pixabay

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica gratis il nostro nuovo Ebook


Scopri quali sono i cambiamenti più importanti che la situazione legata al Coronavirus ha portato nel mercato retail.


Ma, soprattutto, qual è la maniera migliore per utilizzarli a tuo vantaggio, permettendo alla tua azienda di crescere e tornare a guadagnare come e più di prima

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Seleziona la provincia *

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: