Voucher digitalizzazione con incentivi per le imprese fino a 15,5 milioni di euro

183
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Voucher digitalizzazioneA partire dal 10 aprile è disponibile il voucher digitalizzazione con il bando 4.0 delle Camere di Commercio destinato a micro, piccole e medie imprese. Il progetto prevede l’investimento di 15,5 milioni di euro e per richiederli bisogna fare riferimento al bando della Camera di Commercio di riferimento.

Dopo il voucher digitalizzazione 2018 l’iniziativa viene riproposta con l’obiettivo di favorire la digitalizzazione delle imprese, soprattutto quelle più piccole che faticano a trovare risorse per innovarsi e stare al passo con tempi. Le risorse assegnate ad ogni singola azienda possono essere utilizzate per tre scopi principali: consulenza; formazione; tecnologie, macchinari e software 4.0. Gli investimenti possono arrivare fino ad un massimo del 50% delle spese ammissibili.

Chi può accedere al voucher digitalizzazione?

Unioncamere ha diffuso il 9 aprile scorso un comunicato stampa in cui indica che possono aderire al bando 4.0 per richiedere i voucher micro, piccole e medie imprese che vogliono velocizzare la fase di digitalizzazione.

Possono accedere agli investimenti anche gruppi da 3 a 20 aziende presentando un progetto condiviso e finalizzato ad introdurre le tecnologie digitali abilitanti. Si possono richiedere i fondi disponibili dal 10 aprile fino al 15 luglio 2019 presso la propria Camera o in alternativa consultando il portale nazionale

Punti Impresa Digitale nell’area voucher. Ogni azienda per le scadenze e le modalità di iscrizione deve attenersi ai singoli bandi territoriali che danno dati ed istruzioni per partecipare.

Gli altri strumenti dei Punti Impresa Digitale

I Punti Impresa Digitale oltre al voucher offrono tanti altri strumenti fisici e virtuali finalizzati a contribuire alla digitalizzazione delle imprese su tutto il territorio nazionale.

Lungo tutta la penisola sono presenti 88 Punti Impresa Digitale, strutture di servizio delle Camere di Commercio che mirano alla diffusione del digitale nelle MPMI (Micro Piccole Medie Imprese) di ogni settore economico. Ai punti fisici si affianca una rete virtuale dotata di forum, community, siti specializzati e social network.

Le aziende che intendo innovarsi nell’Industria 4.0 hanno a disposizione 4 tipologie di servizi: diffusione delle conoscenze di base su tecnologie Impresa 4.0; corsi di formazione su competenze di base nel settore digitale; orientamento verso strutture più specialistiche; mappatura della maturità digitale delle imprese e supporto nel lancio di processi di digitalizzazione tramite i servizi di mentoring e assesment.

Per diffondere la cultura del digitale presso micro, piccole e medie imprese sono previste diverse attività di formazione ma anche di partecipazione diretta. Le aziende possono toccare con mano i vari processi in evoluzione così da avere un’esperienza pratica con “workshop” e “living labs” ed essere assistite durante la fase di implementazione degli interventi.

Fonte foto: pixabay

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Scarica GRATIS la GUIDA: I 10 metodi segreti utilizzati dagli Imprenditori del settore Fashion per eliminare i problemi legati alla gestione ed aumentare le vendite grazie al web.

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: