Yoox lancia la prima linea di moda disegnata dall’intelligenza artificiale

340
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

La tecnologia ha sempre rappresentato un’arma in più nella moda ed infatti diversi software vengono utilizzati per raccogliere i dati relativi ai gusti dei clienti e le principali tendenze di moda. Yoox è andata oltre e ha deciso di sfruttare la tecnologia addirittura per creare una nuova collezione di moda, chiamata Linea 8. L’intelligenza artificiale incrociando i dati relativi ai gusti degli utenti, alle immagini dei social network con più like ed alle vendite ha creato una linea di abbigliamento 4.0. La collezione “intelligente” di Yoox punta a creare capi essenziali per uomo e donna, sorvolando su mode passeggere e concentrandosi su quei prodotti “evergreen” da avere sempre nell’armadio.

I capi della collezione Yoox

Per quanto riguarda l’universo femminile i capi maggiormente ricercati, considerati essenziali per la moda, sono giubbotti in pelle con minigonna abbinata, cappotti color cammello, eco-pelliccia animalier e stivaletti in vernice.

Nella moda maschile l’intelligenza artificiale ha individuato in maglioni con trecce o collo alto, giacconi in pelle o in camoscio, trench e blazer in blu i capi maggiormente gettonati. Per quanto riguarda le tonalità vanno per la maggiore colori neutri come il beige, il nero, il grigio ed il blu. I tessuti invece sono principalmente scivolati o morbidi.

Questa nuova collezione creata dall’intelligenza artificiale rischia di diventare eccessivamente fredda e priva di emozioni umane? A rispondere a questa domanda ci pensa Federico Marchetti, fondatore e CEO di Yoox Net-A-Porter Group, secondo il quale la sfida principale della sua azienda è proprio quella di fondere sapientemente le conoscenze della tecnologia con la creatività umana. Se da una parte è l’intelligenza artificiale a dettare le linee guida per l’individuazione degli abiti più di tendenza, è anche vero che dall’altra parte sono sempre esseri umani che creano e confezionano i prodotti finali.

Una moda che cambia anche nelle modalità di vendita

La “cybermoda” ha fatto prepotentemente irruzione non solo nelle modalità di creazione degli articoli, ma anche di vendita. L’intera collezione viene infatti venduta tramite app perché è cambiato radicalmente anche il modo di acquistare. Innanzitutto c’è stata la crescita esponenziale dello shop online, che oggi conta ben 2 miliardi di utenti in tutto il mondo. Inoltre c’è da considerare l’esplosione dell’export digitale con una aumento pari al 66% della domanda dei prodotti fashion all’estero.

Nello specifico il mercato del lusso interessa sempre di più i consumatori cinesi, che entro il 2025 rappresenteranno la metà del mercato globale di fascia alta secondo le ultime stime. A differenza di quanto si potesse pensare l’e-commerce non è affatto un mercato globale, ma anzi è quanto di più locale possibile in quanto rispecchia fedelmente i singoli gusti di ogni utente proponendo prodotti personalizzati.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Ti è piaciuto l'articolo?


Iscriviti gratis alla newsletter e ricevi in anteprima le nostre news su MODA E TENDENZE

Che ruolo svolgi in azienda? *

TitolareResponsabile Punto VenditaCollaboratore

Accetto l'informativa sulla privacy *   

* = campi obbligatori

La tua email è al sicuro con noi! Non riceverai mai spam da Nuvoluzione.com

Di la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento: